Alibaba acquista il 17% di Suning: fuori Zhang, quale destino per l'Inter?

·1 minuto per la lettura

Tempi difficilissimi per Suning - controllante dell'Inter - che sta provando una serie di manovre per salvare una situazione debitoria pesante. Tanto l'investimento da 1,4 miliardi di euro potrebbe non essere sufficiente. A rivelare la manovra congiunta dei due giganti dell'economia cinese (c'è anche Alibaba di Jack Ma), a cui si è unito il governo locale dello Jiangsu, è stato il prestigioso Financial Times, che ha spiegato come nella giornata di ieri sia stata chiusa un'altra operazione che riguarda Suning.com.

Jack Ma, fondatore di Alibaba | Wang HE/Getty Images
Jack Ma, fondatore di Alibaba | Wang HE/Getty Images

Il fondo costituito da Alibaba, che annovera tra i suoi nomi marchi come Xiaomi e Haier, ha acquistato il 17% delle azioni di Suning, estromettendo così Steven Zhang, attuale presidente nerazzurro, dal controllo della società. Per tornare a respirare servono tanti cambiamenti, e anche alla svelta, ma il fatto di aver messo fuorigioco Zhang potrebbe ottenere l'effetto contrario, e cioè rallentare i processi decisionali. Il problema principale riguarderà in primis la vendita degli asset, attraverso cui il gruppo spera di recuperare denaro per far respirare le casse della società. E sempre il FT rivela che la società Inter sarà tra i primi asset a essere ceduti.

Segui 90min su Instagram.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli