Alla scoperta dell'Ajax, avversario della Roma in Europa League

Omar Abo Arab
·3 minuto per la lettura

L'urna di Nyon ha dato il suo verdetto: sarà l'Ajax l'avversaria della Roma nei quarti di finale d'Europa League. Un sorteggio non semplice, ma neanche impossibile per la squadra di Paulo Fonseca che ha sin qui eliminato Braga e Shakhtar Donetsk. La strada per la finale di Danzica sarà difficilissima visto che anche in caso di passaggio del turno in semifinale ci sarà molto probabilmente il Manchester United (più che favorito contro il Granada). Ma tempo al tempo, scopriamo l'Ajax di Erik Ten Hag.

Paulo Fonseca attende l'Ajax con la sua Roma | FILIPPO MONTEFORTE/Getty Images
Paulo Fonseca attende l'Ajax con la sua Roma | FILIPPO MONTEFORTE/Getty Images

Il cammino dell'Ajax

Martinez e Gravenberch contro Zapata | Dean Mouhtaropoulos/Getty Images
Martinez e Gravenberch contro Zapata | Dean Mouhtaropoulos/Getty Images

I Lancieri, sono arrivati a questa edizione di Europa League dopo la retrocessione dalla Champions League con il girone che ha visto qualificarsi Liverpool e Atalanta. L'Ajax ha eliminato ai sedicesimi di finale il Lille vincendo 2-1 le gare del doppio confronto, mentre agli ottavi ha superato agevolmente il turno contro lo Young Boys (ai gironi con la Roma) battendo gli svizzeri 3-0 ad Amsterdam e 2-0 a Berna.

Dusan Tadic in Ajax-Young Boys | BSR Agency/Getty Images
Dusan Tadic in Ajax-Young Boys | BSR Agency/Getty Images

Formazione tipo

Erik Ten Hag, allenatore dell'Ajax | BSR Agency/Getty Images
Erik Ten Hag, allenatore dell'Ajax | BSR Agency/Getty Images

Erik Ten Hag schiera il suo Ajax con un 4-3-3 atipico, nel senso che una delle mezz'ali, Davy Klaassen, diventa vertice alto del rombo e quindi trequartista. In porta c'è l'ex giallorosso Marteen Stekelenburg a causa della squalifica (1 anno) del titolare Andre Onana per doping.

Maarten Stekelenburg ai tempi della Roma | Giuseppe Bellini/Getty Images
Maarten Stekelenburg ai tempi della Roma | Giuseppe Bellini/Getty Images

Difesa a quattro composta da Rensch e Tagliafico esterni, con la coppia centrale formata da Alvarez e Martinez. A Centrocampo Klaassen, Gravenberch e Blind, con Antony, Tadic e Neres (accostato in passato alla Roma), a comporre l'attacco quasi titolare.

Sebastien Haller | BSR Agency/Getty Images
Sebastien Haller | BSR Agency/Getty Images

"Quasi", perchè il centravanti sarebbe Sebastien Haller, arrivato a gennaio dal West Ham ma clamorosamente non inserito in lista Uefa per un errore della dirigenza dell'Ajax.

I precedenti

Francesco Totti nella gara ad Amsterdam del 2002 | MARCEL ANTONISSE/Getty Images
Francesco Totti nella gara ad Amsterdam del 2002 | MARCEL ANTONISSE/Getty Images

Non sarà l'Ajax che ha eliminato la Juve due anni fa (non ci sono più De Ligt e Schone), ma di certo la squadra di Ten Hag è la più forte in Olanda dall'alto del suo 1° posto in Eredivisie e i precedenti non sorridono alla Roma: l'ultima volta in cui le due squadre si sono affrontate risale ai gironi di Champions League 2002/2003 in cui i giallorossi non hanno mai vinto. 2-1 per i Lancieri ad Amsterdam il 12 dicembre 2002 firmato Ibrahimovic-Litmanen, con il gol nel finale di Batistuta e 1-1 all'Olimpico il 19 marzo 2003 con il gol in apertura di Van der Meyde e il pareggio di Cassano.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Roma e della Serie A.