Allarme Sarri: "Sono preoccupato, sarà una lotta punto a punto"

Goal.com
Sarri lancia l'allarme dopo Verona-Juventus: "Mi preoccupa il modo in cui abbiamo preso il goal dell'1-1. Avremmo dovuto portare a casa punti".
Sarri lancia l'allarme dopo Verona-Juventus: "Mi preoccupa il modo in cui abbiamo preso il goal dell'1-1. Avremmo dovuto portare a casa punti".

Terza sconfitta in campionato per la Juventus, battuta ancora una volta in trasferta: dopo Napoli i bianconeri cadono anche a Verona e stasera potrebbe arrivare l'aggancio in vetta da parte dell'Inter, impegnata nel derby contro il Milan.

'Madama' colpita dai goal di Borini e Pazzini, analizzati in conferenza stampa da Maurizio Sarri che si è detto preoccupato per la modalità con cui si sono concretizzati, specialmente il primo (frutto di un errore di Pjanic).

"Mi aspettavo una prestazione del genere, era facile da prevedere. Sapevo che ci sarebbe stato un calo d'intensità della pressione e che ci avrebbero concesso dei tre contro tre. Ciò che mi preoccupa è come abbiamo preso il goal dell'1-1, sono cose che ti fanno arrabbiare. C'è una sensazione di leggerezza e a questo punto della stagione non possiamo permettercelo".

Con l'Inter e la Lazio sarà una lotta sul filo del rasoio fino alla fine, diversa da quelle andate in scena nel corso di questi anni con un dominio juventino certificato dalla grande differenza di punti con le avversarie.

"Le gambe sono a disposizione del cervello, una squadra determinata non fa mai una grande prestazione dal punto di vista fisico. Pensiamo prima di tutto alla testa. Sapevamo che saremmo dovuti uscire in maniera sporca dalle retrovie a causa della loro pressione e che questo ci avrebbe consentito di avere delle belle occasioni. Non si può concedere un goal del genere, bisogna rendersi conto che sarà un campionato diverso dagli altri, un futuro fatto di lotte punti a punti. Vediamo se riusciamo a fare questo salto di qualità: siamo la Juventus e avremmo dovuto portare a casa dei punti lo stesso. Direi che c'è stata leggerezza e non presunzione, non abbiamo percepito il pericolo sul goal".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...