Sampdoria-Juventus, Allegri cauto: "Roma e Napoli possono ancora superarci"

Napoli, in maniera doppia. Barcellona, andata e ritorno. La Juventus avrà il suo bel da farsi nelle prossime settimane, con quattro gare da urlo tra Serie A, Coppa Italia e Champions League: prima l'inferno del San Paolo, dunque la prova del nove contro i catalani. Ma per ora i bianconeri devono pensare a Genoa, alla Sampdoria.

Sì perchè prima della Coppa Italia, della Champions e delle dure sfide contro azzurri e blaugrana, la Juventus dovrà vedersela contro la Sampdoria in quel del Ferraris, ultima gara prima della sosta che riporterà i bianconeri in campo solamente ad aprile. Un aprile infuocato, da Napoli a Torino, passando per Barcellona.

"Sarà una grande sfida, mancano ancora 15 giorni e parlare ora del Barcellona non ha senso" le parole in conferenza stampa di Max Allegri a proposito del sorteggio Champions. "Ce la giocheremo, ma ci sono quattro gare prima. Giocare contro i blaugrana dà più stimoli, ma contro la Sampdoria sarà difficile, non perdono da 7 turni".

Allegri avvisa la sua Juventus riguardo le inseguitrici: "Contro la Sampdoria c'è una grande percentuale del campionato, non è che siamo sicuri del primo posto, Roma e Napoli ci possono ancora superare. Non mi fido, possono ancora vincerle tutte. Ci manca ancora un totale di vittorie e se domani non affrontare la partita con grande serietà e con responsabilità in serata ci potremmo trovare i giallorossi a cinque punti. Di base non sono neanche sicuro del secondo posto".

Allegri PS

"La normalità per la Juventus è giocare un quarto o una semifinale di Champions" ha aggiunto Allegri. "Per noi l'obiettivo europeo rimane quello, essere sempre tra le migliori otto. Poi si può arrivare in semifinae, in finale, uscire ai quarti ma almeno ci siamo. Di certo il nostro obiettivo numero uno è il campionato, perché vincerne sei di fila è quasi impossibile".

Impossibile, o quasi, vedere un giocatore come Higuain a secco ancora per molto: "Non è stanco, non segna da qualche partita, ma è in buona condizione. Può capitare. Chiellini? Non torna dal 1', non sta ancora bene. Cercheremo di recuperarlo per le prossime partite. Devo valutare se far giocare Bonucci o Rugani, ci sarà Barzagli".

Sempre riguardo ai singoli, chiudendo la conferenza, Allegri sorride: "Marchisio è uscito bene dalla gara di martedì. Sta migliorando ed è a disposizione. Al più presto tornerà il vero Claudio". Arma in più per un aprile d'elite.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità