Allegri e il chiarimento con Morata: la Juve prima del Barcellona, l’idea di Max

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·1 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Alvaro Morata e le priorità di inizio gennaio. Va bene la chiamata del Barcellona, i messaggi su Whatsapp di Xavi tra Natale e Capodanno, ma prima di tutto c’è la Juventus. Questo è il messaggio recapitato allo spagnolo da Massimiliano Allegri. Molto chiaro con lui e con la società: Alvaro resta il numero 9 bianconero, almeno fino a quando non avrà un sostituto. Tra il giocatore e il tecnico c’è stato un chiarimento, per rasserenare gli animi.

E allora per domani, per la (possibile, al netto di stop dalle Asl) partita allo Stadium contro il Napoli, il centravanti titolare della Juve sarà proprio Morata. Niente riposi diplomatici, secondo la Gazzetta dello Sport, niente tribune da calciomercato. Fino a pochi giorni fa il rischio era di non rivederlo proprio con la maglia bianconera, invece domani potrà essere in campo.

E poi gennaio è lungo. La Juventus cerca un sostituto ma che sia in prestito, senza dover ricorrere a ulteriori spese. A queste condizioni non è semplicissimo trovare aperture. Resta viva, eccome, la candidatura di Mauro Icardi, poi più per l’estate quelle di Scamacca e Vlahovic. Ma la Juve sonda il mercato, c’è ancora tempo. Intanto, da imposizione di Max, Morata non si tocca. Almeno per ora.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli