Allegri mette le radici alla Juventus: “Voglio restare, pochi club come questo”

Vigilia di campionato per la Juventus, Allegri non guarda al futuro: "Ci servono otto punti per lo Scudetto, Atalanta fondamentale come il Torino".

La finale di Coppa Italia è stata appena conquistata dalla sua Juventus, ma Massimiliano Allegri guarda al futuro e vede ancora bianconero. L'allenatore toscano ha fatto il punto sulla sua situazione, lanciando un chiaro messaggio alla dirigenza.

Come riportato dal 'Corriere dello Sport', Allegri giura fedeltà alla causa juventina: "ll mio pensiero è questo, continuare con la Juventus. Sto bene a Torino, ci sono ancora priorità per la società prima di incontrarmi. Questa è una squadra con grandi potenzialità, è un bel mix e società del genere in giro ce ne sono poche".


L'ostacolo più grande dei prossimi giorni si chiama Barcellona, l'allenatore bianconero carica l'ambiente: "Ora voglio vincere più partite possibili, vogliamo riempire le settimane di maggio, e quindi bisogna eliminare il Barcellona. Il Napoli gioca come il Barcellona e ci serviranno queste partite quando affronteremo i catalani. Conosciamo le qualità e i difetti del Barça però ora è importante battere il Chievo".

Con la pista Arsenal decisamente raffreddata, sembra sempre più vicina l'ipotesi rinnovo: nel momento in cui l'ex Milan dovesse mettere la sua firma sul contratto, diventerebbe il più longevo allenatore in casa Juventus dai tempi di Lippi, che ha guidato la Vecchia Signora dal 1994 al 1999 e poi dal 2001 al 2004.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità