Allegri: 'Ronaldo ieri mi ha comunicato che non intende restare alla Juve. Non sono deluso, la vita va avanti’

·2 minuto per la lettura

Arriva Max Allegri in conferenza stampa per fare il punto in casa Juve nel giorno della fuga di Cristiano Ronaldo.

RONALDO - “Ieri parlando con Cristiano mi ha comunicato che non ha intenzione di restare alla Juventus. Quindi oggi non si è allenato e domani non verrà convocato. Senza di lui ora tutti dovranno essere più responsabili anche se già lo sono, bisogna migliorare sotto tutti i punti di vista. La differenza la farà quanto più velocemente troveremo un equilibrio mentale giusto. Non sono deluso, ha fatto una scelta, poi le cose passano, son passati tanti campioni e allenatori. Rimane la Juventus. È stato tre anni, ha dato il suo apporto, ora va via, la vita va avanti. Io qui ho fatto solo un anno con lui. Io so solo che abbiamo giocato due partite e segnato cinque gol subendone tre, per vincere il campionato bisogna avere la miglior differenza reti, gol nelle gambe li abbiamo e verranno distribuiti. Cristiano è un grande campione, gli auguriamo tutto il bene del mondo, c’è solo da ringraziarlo e andare avanti. La panchina di Udine? Non ha influito, lui mi aveva comunicato che sarebbe rimasto, poi è cambiata la situazione, alla Juventus deve rimanere chi ha piacere di restare. Di mercato non parlo mai, con la società siamo in linea, se riusciamo a trovare un giocatore che soddisfa le nostre esigenze bene, altrimenti restiamo così e sono soddisfatto della rosa. Stamattina Cristiano ha salutato i compagni, io nella vita non mi meraviglio di niente, bisogna guardare avanti e non indietro. Contraccolpo? Dobbiamo essere arrabbiati per i punti lasciati a Udine, quello che conta è fare risultato, dovremo farlo senza Cristiano. Gli alibi e le attenuanti sono per i deboli. Sono incuriosito di vedere la squadra domani sera, sono voglioso di raggiungere gli obiettivi”

MCKENNIE - “Non deve partire, è un centrocampista offensivo. Davanti siamo messi bene”

LOCATELLI - “La formazione sicura è quella col Napoli, me ne rimangono undici… Padoin è in gran forma…”

KEAN - “E' stato alla Juve, ma ora parlare di giocatori che non sono qui non èil caso”

MODULO - “Dipende dalle caratteristiche dei giocatori, un po’ estemporanee. Dobbiamo migliorare. Sono stato contento della prestazione di Udine, dispiaciuto per non aver saputo gestire l’imprevisto. Morata sta bene, Chiesa è un attaccante”

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli