Allegri si infuria, lascia il campo prima del 90' e sbotta: 'Stavamo rovinando tutto, non serve ripartire da zero ma...'

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·1 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Il tecnico della Juve Massimiliano Allegri ha parlato a Sky dopo la vittoria col Sassuolo e dopo essere uscito prima del 90' dal campo, innervosito: "Raggiungimento della Champions? Una bella vittoria, pesante per la classifica. Siamo stati molli nel primo tempo ma siamo riusciti a rimanere aggrappati alla partita. Vanno fatti i complimenti ai ragazzi, abbiamo tanti infortuni e c'è stanchezza, ma c'è grande vantaggio sulla quinta e siamo a -1 dal Napoli. Dobbiamo centrare l'obiettivo, il quarto posto".

"A 4 giornate dalla fine bisogna vincere le partite, il resto non conta niente. Non possiamo inventarci cose che non possiamo fare, servono i tre punti. Danilo non è abituato a giocare a centrocampo, De Ligt e Cuadrado hanno problemi. Ora bisogna vincere col Venezia".

"Mi hanno insegnato che in questo momento abbiamo i due giocatori di regia fuori, Arthur e Locatelli, mancano Chiesa e McKennie. Un pareggio stasera andava bene. Se non posso fare delle cose e mi devo suicidare, evito. Dybala non ha fatto un bel primo tempo ma ha fatto gol".

"La prossima stagione? Stasera ero molto arrabbiato perché alla fine stavamo rovinando tutto, bisogna che i giovani crescano e imparino velocemente. Quest'anno abbiamo avuto tanti infortuni. Ripartire da zero è un problema, bisogna lavorare e migliorare con un paio di innesti".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli