Allegri studia McKennie: può essere il 'nuovo Vidal' della Juventus

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·1 minuto per la lettura
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Weston McKennie può essere il nuovo Arturo Vidal della Juventus? Sì, secondo l'analisi dei colleghi del sito Ilbianconero.com, che analizzando le caratteristiche del centrocampista americano azzardano il paragone con il cileno (ora all'Inter) tra i protagonisti principali del recente passato della Vecchia Signora.

Weston McKennie | John Dorton/ISI Photos/Getty Images
Weston McKennie | John Dorton/ISI Photos/Getty Images

Uno scenario che, secondo La Gazzetta dello Sport, può tornare ancora più percorribile con il ritorno sulla panchina bianconera di Massimiliano Allegri. Secondo la rosea, infatti, McKennie ha le caratteristiche per muoversi in più posizioni sullo scacchiere del tecnico toscano: in passato è stato utilizzato da esterno nel 4-4-2 di Pirlo, ma anche sulla trequarti del 4-2-3-1 a cui la Juve sembra aperta.

"Ma soprattutto il suo profilo, con adeguato lavoro tattico allegriano a supporto, sembra quello classico del trequartista di rottura, capace di portare più fisicità, incursione e che rifinitura vera e propria, intuizione più volte vincente delle squadre di Max, da Boateng al Milan a Vidal in bianconero" ricorda il quotidiano. La palla passa quindi ad Allegri, in attesa si arrivare sui piedi di McKennie. In qualsiasi ruolo venga impiegato.

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli