Allegri 'tradito' da Nedved. L'ultimatum del ceco: "Se resta lui, vado via io"

Antonio Parrotto
90min

​Volano gli stracci anche in casa ​Juventus. I bianconeri hanno deciso di non confermare l'allenatore Massimiliano Allegri, dopo alcuni giorni di incontri. Il silenzio dei bianconeri era sospetto, ieri ne abbiamo avuto la conferma: Allegri non allenerà più la Vecchia Signora.


Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio
FBL-ITA-SERIEA-ROMA-JUVENTUS
FBL-ITA-SERIEA-ROMA-JUVENTUS

A quasi 24 ore dal divorzio sancito tra la Juventus e Massimiliano Allegri, si inizia a delineare un quadro più dettagliato di come sono andate le cose alla Continassa. Pavel Nedved sembra essere uno dei 'traditori' del tecnico. Il vicepresidente ceco, che avrebbe contatto Conte per un clamoroso ritorno, non vedeva di buon occhio la conferma dell'allenatore livornese.

Il Corriere della Sera, racconta clamorosi retroscena. Secondo il quotidiano, l'opposizione principale alla conferma del tecnico è arrivata proprio da Pavel Nedved. Addirittura il ceco avrebbe praticamente lanciato un ultimatum ad Andrea Agnelli: "Se resta Allegri, vado via io". Nedved è un fido collaboratore del presidente bianconero. Tra i due c'è un grande rapporto. Agnelli non vede di buon occhio il ritorno di Conte ma ha dato retta al vicepresidente.


Allegri non sarà più l'allenatore della Juventus. Tra i 'sospettati' in rivolta spunta la pesante figura di Pavel Nedved, il vicepresidente.

Da oggi 90min sbarca su Telegram: iscriviti al nostro canale per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A.

Potrebbe interessarti anche...