Ancelotti crede nel Bayern: "Il Real non ci ha ucciso, siamo ancora vivi"

Carlo Ancelotti parla alla vigilia della sfida di Champions League tra Real Madrid e Bayern: "Dovremo essere perfetti".

Serata amara per Carlo Ancelotti che torna a perdere una partita casalinga in Champions dopo due anni e vede complicarsi maledettamente il cammino in Champions del suo Bayern Monaco.

Il tecnico italiano, intervistato a fine partita, ha cercato di analizzare la gara contro il Real Madrid: "Nel primo tempo abbiamo controllato la gara ma non siamo stati efficaci e fortunati, il rigore ha inciso. Poi restare in dieci ha reso tutto più difficile".

Ancelotti però crede nelle possibilità del Bayern in vista del ritorno: "Non siamo morti, siamo ancora vivi. Loro hanno avuto la possibilità di ucciderci ma non lo hanno fatto.

Il Real Madrid ha maggiori possibilità ma anche noi ne abbiamo. E ce la giocheremo, speriamo di recuperare Lewandowski".

Infine Ancelotti, intervistato da 'Premium', commenta anche l'impresa della Juventus contro il Barcellona e sottolinea: "La prestazione della Juve non mi ha sorpreso, più che altro mi ha sorpreso il Barcellona".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità