Anche il Verona ferma la Juve, 1-1 allo Stadium: Favilli entra, segna e va ko; una magia di Kulusevski salva Pirlo

Antonio Parrotto
·2 minuto per la lettura

Posticipo domenicale all'Allianz Stadium tra Juventus ed Hellas Verona valevole per la quinta giornata di Serie A, 2020/2021. Nella formazione di Andrea Pirlo assenti Chiellini, De Ligt, Alex Sandro, Cristiano Ronaldo e Chiesa, quest'ultimo per squalifica, mentre è stato convocato McKennie dopo la guarigione dal Covid. Il tecnico della Juve ha scelto il 3-4-1-2 con Cuadrado e Bernardeschi sulle corsie laterali, Arthur e Rabiot in mezzo al campo, Dybala di punta con Morata. Nel Verona invece consueto 3-4-2-1 con Lovato al centro della retroguardia, Faraoni e Lazovic sugli esterni, Colley e Zaccagni a supporto di Kalinic unica punta.

Primo tempo divertente con emozioni a tratti tra Juve e Verona, con un gol annullato a testa (prima Colley per un fuorigioco netto, poi Morata per un fuorigioco millimetrico ma la tecnologia serve anche a questo). La Juve inizia bene e la prima occasione è di Bernardeschi ma fatica a far girare palla con velocità e il Verona, squadra che non ha timore e gioca a viso aperto lasciando i suoi difensori nell'uno contro uno con gli attaccanti della Juve, nella parte centrale del primo tempo crea diversi grattacapi alla formazione bianconera. Poi, attenzione alla novità tattica: Bonucci senza ruolo! Il difensore centrale non solo imposta ma in alcune occasioni si ritrova centravanti, in altre esterno destro di centrocampo, con Pirlo che lascia il 19 libero d'avanzare e d'offendere. Nel finale traversa di Cuadrado.

Favilli entra, segna e va ko | Valerio Pennicino/Getty Images
Favilli entra, segna e va ko | Valerio Pennicino/Getty Images

Nel secondo tempo il Verona prosegue sulla sua strada, a testa bassa, mentre la Juve sembra aver perso mordente e concede qualche spazio di troppo agli scaligeri che ne approfittano al 60' trovando il vantaggio con l'ex Favilli (entrato due minuti prima, si fa anche male nell'occasione e lascia il campo qualche minuto dopo) ben imbeccato da Zaccagni con l'esterno. La Juve sembra aver smarrito le distanze ma l'ingresso di Kulusevski ravviva la manovra offensiva bianconera. Prima Dybala colpisce la traversa, poi lo svedese ubriaca di finte Faraoni e fa 1-1. La Juve attacca e il Verona si difende con tutti gli effettivi e porta a casa un punto preziosi. Secondo pari consecutivo per la Juve di Pirlo, dopo quello di Crotone.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Juventus e della Serie A.