Argentina, Batistuta amaro: “I giocatori della Nazionale mi hanno ignorato”

Potrebbe iniziare in Australia la carriera d'allenatore per Batistuta: l'ex campione argentino, infatti, è in trattativa con l'Adelaide United.

Con la maglia della Fiorentina e della Roma ha segnato una pagina importante del calcio italiano, lasciando ricordi indelebili anche con la maglia dell'Argentina. Oggi Gabriel Omar Batistuta svela un retroscena che fa discutere in patria.

Intervistato da 'Tyc Sports', Batistuta si mostra meravigliato e amareggiato dal comportamento di molti giocatori della Nazionale: "Sono andato a salutare la Nazionale nello spogliatoio, ma la metà di loro mi ha ignorato. Credo sia una cosa dovuta al cambio generazionale, io con questi ragazzi non ho niente a che fare".

L'ex centravanti viola 'bacchetta' i ragazzi di Bauza: "Mi aspettavo che mi salutassero non perché sono io ma perché ho giocato con quella maglia. Non credo mi abbiano mancato di rispetto, evidentemente si sentivano di fare così".

Secondo Batistuta la squadra che rappresenta l'Argentina oggi non è sicuramente campione di umiltà: "Credo che questa Nazionale non sia molto vicina alla gente, nonostante abbia giocato 3 finali, che non è poco. Ai nostri tempi ci comportavamo più da comuni mortali e la gente lo percepiva".

L'ex attaccante di Fiorentina e Roma resta sorpreso anche dalla decisione di Bauza di non convocare Mauro Icardi: "Il numero nove deve essere quello in grado di segnare. Mi piace tanto Higuaìn, però purtroppo non riesce a fare così bene in Nazionale proprio come fa in Europa. Sta giocando molto bene alla Juve dove è in corsa per diversi titoli, però se ha bisogno di riposarsi, perché non dare una chance a Icardi? Questa è una Nazionale, non una squadra. In Nazionale si vive anche di periodi".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità