Arsenal-Manchester City 2-1 d.t.s.: Finale tutta londinese col Chelsea

Aguero porta in vantaggio il City, ma l'Arsenal pareggia con Monreal e trova il vantaggio al 101' con Sanchez: terza finale in 4 anni per Wenger.

Sarà una finale tutta londinese quella che, il prossimo 27 maggio, assegnerà la 136ª edizione della FA Cup: al Chelsea, che ieri ha avuto la meglio sul Tottenham, si aggiunge l'Arsenal, che al termine di 120 minuti di battaglia si scrolla di dosso il Manchester City e torna a Wembley per la terza volta negli ultimi 4 anni.

Finisce 2-1 per gli uomini di Wenger, che vogliono provare a riscattare una stagione deludente e a porre in secondo piano polemiche e voci sul futuro del manager francese: il quarto posto in campionato è lontano, l'atroce eliminazione dalla Champions League per mano del Bayern Monaco brucia ancora. Non sta meglio il Manchester City: per la prima volta nella propria vincente carriera da allenatore, Pep Guardiola terminerà una stagione senza vincere nulla.

E dire che a passare in vantaggio era stato proprio il City, con Aguero, poco dopo il quarto d'ora della ripresa. Un lampo illusorio, perché l'Arsenal ha raggiunto il pareggio nei tempi regolamentari con Monreal e poi trovato il vantaggio nei supplementari con il solito Sanchez. Il rimpianto, per Guardiola, sono i due legni colpiti da Touré e Fernandinho sull'1-1. Vani poi i confusi assalti finali: in finale vanno i Gunners.

I GOAL

62' AGUERO 0-1: Touré lancia Aguero, che parte dalla propria metà campo e si presenta davanti a Cech: tocco sotto con l'esterno e pallone depositato morbidamente in rete.

71' MONREAL 1-1: Cross sul secondo palo di Oxlade-Chamberlain per lo spagnolo, che anticipa tutti e con il destro batte di prima intenzione Bravo.

101' SANCHEZ 2-1: Azione cominciata dalla bandierina, mischia incredibile davanti al portiere e il cileno è lì, più pronto di tutti, per sbattere col destro la sfera alle spalle del connazionale.

I MIGLIORI

ARSENAL: SANCHEZ. È lui a regalare la finale all'Arsenal con il goal decisivo nei supplementari. Un goal che riscatta in pieno una prestazione non eccezionale: i campioni fanno così.

MANCHESTER CITY: AGUERO. Il goal che porta in vantaggio il City è da campione vero. Assieme a Touré, anche lui protagonista di una gran prestazione, è il più pericoloso della squadra di Guardiola.

I PEGGIORI

ARSENAL: GIROUD. Ha pochissime opportunità per mettersi in mostra e pure lui ci mette del suo con scelte discutibili. Esce nel finale.

MANCHESTER CITY: STERLING. Pochissimi lampi in una gara particolarmente spenta. Tanto che Guardiola non gli fa finire la partita.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità