Arsene Wenger: "La regola del fuorigioco è frustrante: cambiamola"

Omar Abo Arab
·1 minuto per la lettura

Dopo una lunga carriera piena di successi sulla panchina dell'Arsenal, Arsene Wenger è diventato - dal 2019 - capo del Global Football Development della FIFA. E l'ex manager, al magazine della Federazione Living Football, ha detto la sua sul possibile cambio della regola sul fuorigioco.

Un fuorigioco segnalato dall'assistente | Robbie Jay Barratt - AMA/Getty Images
Un fuorigioco segnalato dall'assistente | Robbie Jay Barratt - AMA/Getty Images

"Vogliamo contribuire a rendere il gioco più spettacolare, più veloce e più piacevole da guardare, e anche da giocare - le parole di Wenger riportate da Onefootball.com -. È lo sport più popolare al mondo in questo momento, ma stare fermi sarebbe un male”. Su fuorigioco e VAR, due dei temi principali all'ordine del giorno: "Ho molte idee e naturalmente dobbiamo controllarle e sperimentarle per poi arrivare a delle conclusioni – ha aggiunto -. Una di queste è quella di cambiare un po’ la regola del fuorigioco. In caso di incertezza l’arbitro tradizionalmente dà il beneficio del dubbio all’attaccante. Con il VAR il beneficio del dubbio scompare a causa della precisione del VAR che va sempre un po’ contro l’attaccante. Abbiamo visto molte situazioni frustranti a causa di questo particolare”.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A.