Asamoah, l'ex dimenticato: "Al Torino fu dura, non giocai mai"

Non tutti se lo ricordano, ma la prima esperienza di Asamoah in Italia fu proprio al Torino: "Rimasi in granata solo sei mesi, mi aiutò Recoba".

Sono tanti i giocatori che negli anni sono passati dal Torino alla Juventus, ma nella lista dei doppi ex nessuno fa mai il nome di Kwadwo Asamoah.

Non tutti se lo ricordano, ma la prima esperienza di Asamoah in Italia fu proprio al Torino che lo acquistò in prestito con diritto di riscatto dagli svizzeri del Bellinzona.

Arrivato nel gennaio 2008, l'allora 18enne Asamoah non giocò nemmeno una partita ufficiale in maglia granata e nell'estate successiva si trasferì all'Udinese.

Asamoah ha raccontato della sua esperienza al Torino in un'intervista di qualche anno fa a 'Tuttosport': "Sono stato sei mesi al Toro e non so se posso considerarmi un ex. Non ho avuto molta fortuna e non ho mai giocato in campionato”. 

Le difficoltà di adattamente furono tante: "E’ stata dura, il tecnico mi parlava ma spesso non capivo. Non ho giocato mai, spesso sono andato in tribuna e solo qualche volta in panchina".

In quel Torino c'erano Recoba e Rosina, che lo aiutarono molto: "Ricordo che mi dicevano: ‘continua così, sei forte, devi imparare la lingua e allenarti bene’. Ho seguito i loro consigli e mi sono ritrovato alla Juventus".

E con la Juventus ha poi vinto cinque scudetti consecutivi, facendo venire qualche rimpianto al Torino che non ha avuto la pazienza di aspettarlo.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità