Asllani vuole rimanere in Italia: è sfida fra Inter e Milan

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Dopo la prima annata magica in Serie A dove ha lentamente scalato le gerarchie e trovato un posto da titolare con il suo Empoli, per Kristjan Asllani questa estate di mercato si prospetta incandescente perchè un centrocampista così giovane (è un classe 2002) con le sue caratteristiche e con la sua personalità sono rare da trovare con già quasi 30 gare fra i professionisti sulle spalle. L'attenzione su di lui è altissima, ma lo stesso Asllani, almeno per ora, ha le idee chiare sulle scelte per il suo futuro.

NO ALL'ESTERO - I sondaggi come detto ci sono già stati da diversi club fra cui, il più concreto, è stato quello del Newcastle che è arrivato anche a trattare con il club toscano. Asllani però non vuole ancora bruciare le tappe e preferirebbe un trasferimento che gli permetta di confrontarsi sì con una piazza più grande, importante e competitiva rispetto a quella empolese, ma vorrebbe farlo in Italia.

INTER O MILAN - La corsa si restringe quindi di molto, ma mantiene vivo un duello di mercato importantissimo. Anzi un vero e proprio derby con Inter e Milan che si stanno dando battaglia con progettualità e proposte differenti. Da un lato il club rossonero vorrebbe provare ad acquistarlo, ma senza la fretta di portarlo subito a Milano, lasciandolo magari 6 mesi o 1 anno in prestito ancora in toscana. Dall'altro ci sono i nerazzurri che invece vorrebbero subito affiancarlo a Marcelo Brozovic in un ruolo di vice che è rimasto scoperto troppo a lungo. Per entrambi i club con l'Empoli c'è la possibilità di inserire contropartite tecniche che possano abbassare il costo del cartellino.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli