AstraZeneca, Magrini (Aifa): “È sicuro, continuate a vaccinarvi”

Primo Piano
·1 minuto per la lettura
Nicola Magrini, Aifa (Photo by Stefano Montesi - Getty Images)
Nicola Magrini, Aifa (Photo by Stefano Montesi - Getty Images)

"Il vaccino di AstraZeneca è sicuro. Il rapporto tra benefici e rischi è estremamente favorevole. Non bisogna averne paura al momento e occorre continuare a recarsi ai centri vaccinali con grande tranquillità". In un'intervista al Corriere della Sera, il direttore dell'Aifa Nicola Magrini commenta così la sospensione del siero AstraZeneca in alcuni Paesi e il ritiro di un lotto in Italia.

Al quotidiano spiega: "Non si è mai visto un allarme diventato così ampio sulla base di così pochi dati. Milioni di persone sono state trattate in tutto il mondo, oltre 10 milioni solo nel Regno Unito, e non hanno avuto che effetti indesiderati lievi, di breve durata. Per quanto riguarda alcune segnalazioni più gravi, incluse alcune morti improvvise o infarti, il nesso di causalità col vaccino non è stato stabilito e sono pertanto da considerare episodi dovuti ad altro".

VIDEO - AstraZeneca, Rezza: chi si è vaccinato, stia tranquillo

"Sarà importante - continua - leggere l'esito delle autopsie nel dettaglio. Per almeno un caso è già stata esclusa la relazione diretta col preparato di AstraZeneca. Oggi sarà effettuata l'autopsia sul militare di Augusta. È di primario interesse perché è il caso più ravvicinato alla somministrazione della dose", sottolineando che che il lotto al centro degli approfondimenti “è molto grande, circa 500mila dosi, distribuito per metà all'Italia, su tutto il territorio nazionale". 

Il direttore dell'Aifa rassicura infine chi si è già immunizzato: "Gli eventuali effetti indesiderati si sviluppano nei giorni immediatamente successivi all'iniezione, di solito non oltre 48 ore. Non c'è alcun motivo di saltare il richiamo".

VIDEO - Pfizer, Moderna, AstraZeneca: le differenze tra i vaccini secondo Burioni