Atalanta, come cambia il mercato di Carnesecchi dopo l’operazione

In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Dopo giorni di logorante attesa, che hanno tenuto col fiato sospeso Atalanta e Lazio, finalmente è arrivato il verdetto sul portiere più chiacchierato del momento, Marco Carnesecchi. Sembrava non dovesse operarsi più l’azzurrino che si è lussato la spalla in allenamento con l’Under21, proprio a pochi giorni da quella fumata bianca che l’avrebbe reso ufficialmente portiere della Lazio, un salto di qualità enorme dopo le esperienze al Trapani e alla Cremonese. Per questo era difficile da accettare, per il romagnolo che tra due settimane compirà 22 anni, uno stop forzato di 4 mesi. A perderci era anche l’Atalanta, perché Lotito non ha mai messo in dubbio la volontà di chiudere l’affare nonostante il ko, ma ha subito chiesto uno sconto considerevole: 9 milioni (a fronte dei 15 richiesti da Percassi) con la formula del prestito oneroso con obbligo di riscatto. Una beffa nella beffa per la società bergamasca che, oltre a perdere un gioiello dandolo in pasto a una diretta concorrente senza garanzie (Musso migliorerà o ripeterà la stagione di alti e bassi?), avrebbe perso anche 5 milioni PUR sapendo che nel 2023 Carnesecchi sarebbe ritornato in piena attività, con grossi margini di miglioramento e plusvalenza. I TEMPI DI RECUPERO- Ma alla fine l’operazione non poteva essere più rimandata e così, dopo un doppio consulto dal professor Giuseppe Porcellini, presso il centro di alta specializzazione dell’arto superiore a Modena, e dal professor Alessandro Castagna, che opera a Roma e a Milano, l’estremo difensore di Rimini è finito sotto i ferri per sottoporsi ad artroscopia di spalla sinistra per capsuloplastica. L’intervento per stabilizzare l’articolazione, eseguito dal Professor Porcellini (che si era occupato anche della spalla di Vasco Rossi) presso la clinica Villa Toniolo di Bologna è durato un'ora, è riuscito perfettamente, il portiere sta bene e ora inizierà la riabilitazione, certo di recuperare al 100% la sua piena efficienza motoria. Saranno necessari 4 mesi per un completo recupero, ma i tempi si potrebbero accorciare considerevolmente e nella previsione più rosea Carnesecchi potrebbe tornare a disposizione di Sarri già a metà settembre. LAZIO ALL'ATTACCO- Già, Sarri, il tecnico biancoceleste si è rivelato il fan numero 1 del giovane prodotto del vivaio dell’Atalanta, e vuole a tutti i costi il suo numero 1. Il campionato di Serie A inizierà sabato 13 agosto, con la prima sosta prevista nel weekend del 24-25 settembre, ma già per la sesta giornata, il 18 settembre, Marco Carnesecchi potrebbe essere di nuovo in campo. E quindi facendo due conti, con i tempi di recupero accorciati, l’estremo difensore salterebbe solo cinque partite in campionato e massimo due in Europa (quella dell’8 e del 15 settembre). Sette gare perse sono troppo poche per la Lazio per non concludere l’affare che agogna da settimane: già da oggi riprenderanno le trattative con l’Atalanta, che però non vuole fare sconti: Percassi non cederà il suo gioiello a meno di 14 milioni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli