Atalanta, Gasperini: "Obiettivo Champions non percorribile"

Getty Images

Ai microfoni di Dazn, l'allenatore dell'Atalanta Gasperini ha analizzato la sconfitta per 3-2 contro l'Inter: "Dopo un ottimo primo tempo abbiamo preso gol nel primo episodio sfortunato con una deviazione che ha beffato Palomino. Nella ripresa ho tolto Scalvini per riportare Koopmeiners in mezzo al campo dopo aver dovuto cambiare qualcosa per l'infortunio di Toloi. Scalvini ha fatto bene, ma volevo qualcosa di diverso".

Atalanta reduce da quattro sconfitte nelle ultime cinque giornate, Gasperini ammette: "Qualcosa dobbiamo rivedere. Andare avanti con l'Inter e venir raggiunti subito non va bene, ma non è un problema mentale. Abbiamo sofferto nella ripresa perché l'Inter ha fatto bene e noi abbiamo sofferto su palla inattiva. Poi siamo usciti nel finale, ma in questo momento stiamo affrontando squadre in forma e gli episodi non ci girano bene".

Gasperini ha concluso parlando degli obiettivi della Dea: "Dispiace perché meritavamo qualcosa di più, ma a livello di obiettivi non c'è nessun problema coi tifosi, con la squadra e con la società. Abbiamo necessità di inserire ragazzi giovani e trasformarci un po', per questo per me è importante vedere la prestazione dei miei ragazzi come Hojlund e Okoli. Questo è il compito dell'Atalanta, far crescere i giovani. Se l'obiettivo è la Champions al momento per me non è percorribile. La strada che avevo chiesto era chiara, non è stata possibile e ora si sta facendo un po' un mischione e non va bene. Il programma va condiviso, se lo faccio da solo è un problema e al momento la situazione non mi va bene".