Atalanta-Juventus 2-2: Bianconeri fermati in extremis da Freuler

Termina 2-2 la sfida spettacolare tra Atalanta e Juventus, che riapre un piccolo spiraglio in chiave Scudetto. Decisivo il goal nel finale di Freuler.

Juventus dai due volti. Primo tempo assonnata, svogliata e propensa a dosare le energie in vista di Montecarlo. Nella ripresa, invece, pallino del gioco in mano e beffa in extremis. Un punto ad entrambe, Atalanta sempre sul pezzo tra (tanto) cuore e (poche) gambe. Sullo sfondo, stuzzicanti idee mercato per gli uomini di corso Galileo Ferraris. A sorridere, potenzialmente, è la Roma; chiamata a vincere il derby capitolino per avvicinarsi ai pentacampioni.

Kessié non in perfette condizioni, Petagna in panchina. Schieramento inusuale per Gasperini, 3-4-3 di marca orobica in scena presso lo stadio Atleti Azzurri d'Italia: Berisha tra i pali; Toloi, Caldara e Masiello nel trio difensivo; Conti sulla fascia destra e Spinazzola su quella mancina; Cristante a dettare i tempi a centrocampo assisito da Freuler; Hateboer e Kurtic a supportare la causa del Papu Gomez.

Nessuna novità, invece, per Allegri: 4-2-3-1, motivo ormai consolidato, formato da Buffon in porta; Dani Alves, Bonucci, Chiellini e Alex Sandro nel pacchetto arretrato; Khedira e Pjanic a dare geometrie; Cuadrado, Dybala e Mandzukic alle spalle di Higuain. Insomma, prove di Champions League.

In fase d'avvio, grande occasione per i padroni di casa: palla invitante del Papu Gomez e Hateboer a sfiorare l'impatto decisivo. Ritmo elevato, tifo locale infuocato a spingere la Dea. Mandzukic, in più situazioni, si dimostra eccessivamente impreciso. Pressing asfissiante dell'Atalanta, linee corte e idee chiare. La Juventus si fa vedere dalle parti di Berisha con Higuain. Buffon provvidenziale, a tu per tu, su Freuleur. Palla d'oro di Chiellini e Cuadrado a sfiorare il palo lontano. Ma, proprio nelle battute conclusive del primo tempo, Conti porta in vantaggio gli orobici.

Nella ripresa è un'altra Juve: prima il pareggio grazie all'autorete di Spinazzola, poi due azioni ravvicinate in salsa albiceleste con Dybala e Higuain a spaventare Berisha. La partita diventa bella, errore grave di Guida nel non concedere un rigore nitido alla Vecchia Signora per una "schiacciata" di Toloi. L'estremo difensore atalantino si supera su una deviazione di Khedira. La Juventus aumenta i giri e trova il sorpasso con Dani Alves. Ma è Freuler a regalare un punto, ormai insperato, ai suoi.

I GOAL

45' CONTI 1-0 - Inserimento proficuo su assist pregevole del Papu Gomez, tocco facile a fulminare Buffon. Il 23enne esterno lombardo cresce bene. Eccome.

50' AUT. SPINAZZOLA 1-1 - Palla tesa di Pjanic e, nel tentativo di salvare, il laterale umbro la combina grossa. Anzi, grossissima.

83' DANI ALVES 1-2 - Giocata pazzesca del solito Pjanic e zuccata vincente di Dani Alves.

89' FREULER 2-2 - Disattenzione difensiva della retroguardia zebrata e, mai domo, ne approffita il motorino elvetico.

I MIGLIORI

ATALANTA: CONTI

Al di là della rete, il laterale orobico palesa grande personalità e acume tattico. Neanche a dirlo, prossimo uomo mercato.

JUVENTUS: DANI ALVES

Il terzino brasiliano, autore di una prima parte di stagione non esaltante, complice il brutto infortunio rimediato a Genova, è diventato un punto di riferimento per Madama. In parole povere? Cntinua crescita.

I PEGGIORI

ATALANTA: SPINAZZOLA

Il giocatore di proprietà della Vecchia Signora regala il pareggio a quelli che potrebbero diventare presto i suoi nuovi compagni di squadra e, nello specifico, dimostra di patire l'importanza dell'incontro. Insomma, non una grande serata.

JUVENTUS: CUADRADO

Cercato a più riprese dai compagni, il colombiano fatica a dominare la corsia d'appartenenza: poco lucido anche in apparenti giocate semplici.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità