Atalanta, la scommessa di Gomez: "Se vinciamo lo Scudetto, smetto il giorno dopo"

Il Papu Gomez si racconta alla 'Gazzetta dello Sport': "Crediamo fortemente nel passaggio del turno in Champions League".
Il Papu Gomez si racconta alla 'Gazzetta dello Sport': "Crediamo fortemente nel passaggio del turno in Champions League".

Nell'ennesima stagione sorprendente dell'Atalanta, c'è sempre un minimo comune denominatore nella squadra di Gasperini: Alejandro 'Papu' Gomez. L'argentino si è raccontato oggi alla 'Gazzetta dello Sport', tra obiettivi in Champions e sogni praticamente impossibili.

Si comincia dalla Serie A e dall'obiettivo minimo che la squadra si pone.

"Vogliamo restare nelle prime sei-sette posizioni: ora non dico di più, perché anche lo scorso anno non facevamo certi pensieri, ma solo i risultati ci hanno dato la forza di crederci e raggiungere il traguardo. Ci sono tante squadre di livello: anche il Cagliari, che ha più qualità dell’anno scorso".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Nonostante la situazione in Champions League non sia delle più semplici, per usare un eufemismo, Gomez si dimostra capitano anche dal punto di vista caratteriale e prova a spronare i compagni.

"Crediamo fortemente nel passaggio del turno in Champions: dipende da noi. Dovremo essere intelligenti con la Dinamo, poi andremo a giocarcela a Kharkiv".

Gomez si lancia anche in una scommessa-Scudetto, con il suo classico senso dell'ironia.

"Non scherziamo, sarebbe fuori dalla logica, gli scudetti si vincono a 90 punti perdendo due volte in un anno. Belli i sogni, ma qui siamo ben oltre. Per una cosa del genere, smetterei di giocare il giorno dopo: a cosa servirebbe continuare?".

Infine il Papu ammette di non aspettarsi più una chiamata dalla nazionale argentina.

"Mi piacerebbe, ma non me lo aspetto: l’Argentina sta puntando sui giovani. Faccio ancora la differenza in Italia, ma capisco l’esigenza di fare spazio alla nuova generazione".

Potrebbe interessarti anche...