Atalanta-Milan 2-3, il Diavolo insegue il Napoli

·1 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Il Milan vince 3-2 sul campo dell'Atalanta nel posticipo della settima giornata della A, sale a 19 punti e rimane nella scia del Napoli, capolista a quota 21. I rossoneri conquistano il bottino pieno dopo una prestazione eccellente in casa dei bergamaschi, che rimangono a quota 11. Il Milan sfonda subito con la combinazione Saelemaekers-Hernandez, imbucata per Calabria che sfrutta l'errore di Musso: 0-1 al 2'. L'Atalanta reagisce dopo l'inizio da incubo e si riversa in avanti. Servono almeno un paio di interventi di Maignan per evitare il pareggio.

Al 14' è Tomori a salvare sulla linea dopo il tentativo di Malinovskyi, al 20' il portiere fa tutto da solo per disinnescare il sinistro di Zappacosta e il colpo di testa di Zapata. In chiusura di frazione, il Milan colpisce e raddoppia. Freuler si fa rubare palla da Tonali che si presenta davanti a Musso e non sbaglia: 0-2. I rossoneri controllano il match nella ripresa e chiudono i conti al 79'. Theo Hernandez, innescato dal colpo di tacco di Leao, sfonda e restituisce il pallone all'attaccante: botta all'incrocio, 0-3. L'Atalanta si sveglia troppo tardi. All'87 Zapata accorcia le distanze su rigore. Al 95' Pasalic firma il 2-3: non c'è più tempo, vince il Milan.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli