Atalanta-Napoli 1-2, rimonta azzurra e fuga in classifica

(Adnkronos) - Il Napoli vince 2-1 sul campo dell'Atalanta nel big match della 13esima giornata della Serie A 2022-2023 e prende il largo in vetta alla classifica. La formazione di Spalletti va in svantaggio per il rigore che Lookman trasforma in avvio ma ribalta il risultato con Osimhen e Elmas: la nona vittoria consecutiva vittoria permette ai partenopei di salire a 35 punti, con 6 lunghezze di vantaggio sul Milan e 8 sulla squadra di Gasperini che rimane ferma a quota 27.

LA PARTITA - I padroni di casa partono col piede sull'acceleratore, con Lookman particolarmente vivace. Al 16', rigore per i nerazzurri. Corner, il pallone finisce sul braccio destro di Osimhen: il Var sollecita la revisione dell'episodio, l'arbitro Mariani assegna il penalty. Dal dischetto, Lookman è perfetto: 1-0 al 19'. Il Napoli incassa il colpo, riparte e risponde subito.

Il pareggio arriva al 23' e anche in questo caso l'azione parte dal corner. Zielinski riceve palla e crossa, Osimhen è libero di colpire di testa: 1-1. Il centravanti nigeriano è protagonista assoluto anche nell'azione del raddoppio partenopeo. Il Napoli costruisce l'azione partendo dai piedi di Meret, Anguissa verticalizza per Osimhen che vince il duello di forza con Demiral. L'attaccante centra per Elmas, che fa sfilare il pallone e insacca di sinistro: 1-2 al 34'.

L'Atalanta si trova costretta ad inseguire e fatica a ritrovare fluidità di manovra. La formazione di Gasperini prova a spingere, ma il Napoli non concede spazi ed è sempre pronto a ripartire con le fiammate di Osimhen e Lozano, che al 41' spaventano la retroguardia nerazzurra.

L'Atalanta cerca un approccio più aggressivo in avvio di ripresa e al 54' va vicinissima al pari. Maehle divora la fascia sinistra, entra in area e tira: Meret rimedia. Sulla respinta del portiere azzurro, Lookman cerca il tap-in e stampa il pallone sulla traversa. Al 63' Lookman prova a suggerire, Hojlund è puntuale all'appuntamento ma il tocco è impreciso e il Napoli si salva ancora.

Spalletti cambia l'attacco, fuori Osimhen e dentro Politano-Simeone. L'argentino, in particolare, lascia il segno tra il 79' e l'80': prima sfiora il bersaglio grosso dal cuore dell'area di rigore, poi prova invano a sorprendere Musso da fuori. Dall'altra parte Malinovsky cerca il jolly dalla distanza, Meret è attento. Nel finale, tentativi di Zapata e Maehle: il Napoli non trema, vince e scappa.