Atalanta, sospiro di sollievo in Champions: fa paura solo Pogba

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·2 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

L'urna di Istanbul consegna all’Atalanta il Gruppo F per la Champions League 2021/2022: ecco formazione tipo, stella e cammino degli avversari dei nerazzurri. La Dea partiva dalla terza fascia e trova dalla prima fascia il vincitore dell’Uel Villarreal, dalla seconda l'ostico United e dalla quarta la mina vagante Young Boys.

VIDEO - Euro 2020, l'Italia festeggia in campo, spunta un intruso, ma Verratti lo scopre subito

VILLARREAL LA FORMAZIONE TIPO (4-4-2): Rulli; Foyth, Albiol, Mandi, Alfonso Pedraza; Gomez, Trigueros, Capoue, A. Moreno; G. Moreno, Dia. All. Emery. LA STELLA: Gerard Moreno l’ha messa dentro 23 volte nello scorso campionato, ma è il capitano Albiol il vero traino della squadra. L’ex difensore di Napoli e Real Madrid ha 54 match Champions all’attivo, e sarà un muro per il tridente di mister Gasperini grazie ai suoi quasi vent’anni di onorata carriera sul palcoscenico internazionale. IL CAMMINO: pur essendo arrivato settimo nello scorso campionato, ha vinto ai rigori la finale di Europa League contro il Manchester United per 11 a 10. I PRECEDENTI: non ci sono precedenti tra le due squadre.     

MANCHESTER UNITED LA FORMAZIONE TIPO (4-2-3-1): De Gea; Wan-Bissaka, Lindelof, Maguire, Shaw; Fred, Matic; Greenwood, Fernandes, Pogba; Martial. All. Solskjær. LA STELLA: con i Red Devils che hanno appena detto arrivederci all’atalantino Traore, forse è più appropriato parlare di stelle. De Gea e Pogba la coppia delle meraviglie: il portiere nazionale di Spagna ha interrotto perfino le vacanze per rifarsi dal terribile finale di stagione, scavalcato nelle gerarchie e colpevole sull’ultimo tiro dal dischetto che ha regalato la vittoria dell’UEL al Villarreal. Ha rodato i guantoni in ben 47 gare Champions. Il centrocampista francese è il sogno di tutte le big sul mercato, campione del mondo nel 2018, in sole due gare di Premier ha già fornito 5 assist. Numeri da capogiro. IL CAMMINO: è arrivato secondo nella scorsa stagione, dietro all’latro Manchester, il City, e davanti al Liverpool. Ha perso la finale di Europa League ai rigori col Villarreal, a cui chiederà la rivincita. I PRECEDENTI: non ci sono precedenti tra le due squadre. YOUNG BOYS LA FORMAZIONE TIPO (4-4-2): von Ballmoos; Maceiras, Ali Camara, Zesiger, Garcia; Fassnacht, Sierro, Martins, Ngamaleu; Siebatcheu, Elia. All. Wagner. LA STELLA: lo svizzero Fassnacht, 15 gol la scorsa stagione e prestazioni di grande carattere. Duttile, si muove come esterno offensivo, centrocampista e dà del tu anche all’area piccola. IL CAMMINO: ha vinto lo scorso campionato di Super League svizzera, 31 punti davanti al Basilea. I PRECEDENTI: non ci sono precedenti tra queste due squadre.

    

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli