Atalanta vince 2-1 in rimonta a Firenze

webinfo@adnkronos.com
Adnkronos

L'Atalanta dimentica velocemente la delusione del pareggio interno 2-2 con il Genoa e va a vincere 2-1 a Firenze con i viola portandosi a 42 punti e superando in classifica la Roma ferma a 39 dopo il ko casalingo con il Bologna. E sabato prossimo c'è Atalanta-Roma. Partita comunque complicata per la squadra di Gasperini contro una buona Fiorentina, passata in vantaggio grazie ad un bel gol di Chiesa, prima della rimonta atalantina nella ripresa con le reti di Zapata e Malinovskiy. La squadra di Iachini invece rimedia un'altra sconfitta dopo il ko con polemiche con la Juventus. 

Iachini in attacco preferisce in partenza Cutrone che vince il ballottaggio con Vlahovic per fare coppia con Chiesa, mentre tra i nerazzurri di Gasperini, che torna a Firenze dopo lo sfogo per alcuni cori dei tifosi gigliati in Coppa Italia, Djimsiti e Castagne hanno la meglio rispettivamente su Caldara e Hateboer. L'Atalanta parte bene e al 13' Ilicic mette un pallone forte e teso dalla destra, Dragowski allontana e poi con i piedi e con grande reattività respinge la conclusione di Castagne. Lo stesso esterno nerazzurro poco dopo mette in mezzo dalla destra, Pasalic si inserisce con i tempi giusti ma sbaglia un autentico rigore in movimento, sfiorando il palo alla sinistra del portiere viola. La prima occasione per i padroni di casa arriva al 26' con un passaggio filtrante di Chiesa per Cutrone, ma è bravo Gollini a chiudere lo specchio della porta respingendo il tiro dell'ex Milan.  

Poco dopo la squadra di Iachini passa in vantaggio: al 32' Chiesa controlla fuori area e calcia con il destro di prima intenzione a fil di palo con Gollini che tocca il pallone ma non riesce ad evitare il gol. La formazione di Gasperini accusa il colpo e per trovare una reazione deve attendere il 43' con Gosens che serve Pasalic, tentativo di conclusione a tu per tu con Dragowski murata dalla provvidenziale scivolata di Igor. 

Il pari dell'Atalanta arriva comunque ad inizio ripresa, iniziato dalla squadra ospite con un piglio diverso. Al 49' palla filtrante per Gomez, colpo sotto sul quale si supera Dragowski ma la palla finisce sui piedi di Zapata che la corregge in rete da pochi passi per l'1-1. Al 54' la Viola prova a tornare avanti ma la punizione della limite di Pulgar sorvola di poco la traversa. Poco dopo ci prova Vlahovic subentrato per Cutrone all'intervallo ma il tiro però è troppo centrale. La pressione dei nerazzurri sale, Gasperini inserisce Malinovskyi più offensivo, al posto di Pasalic e dopo pochi minuti il centrocampista ucraino porta in vantaggio l'Atalanta. Al 72' Malinovskyi calcia da fuori e Dragowski si lascia sorprendere per l'1-2 nerazzurro. Iachini tenta il tutto per tutto e inserisce Sottil per Pulgar, per una Fiorentina a trazione anteriore ma l'Atalanta congela il ritmo con un infinito possesso palla concedendo pochissimo ai viola che si limitano ad un tiro di Chiesa da fuori che termina alto sopra la traversa. 

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...