ATLETICO CAMPIONE di Spagna per l'11ª volta nella storia, piange il Real. Real Sociedad e Betis in Europa League, Huesca e Valladolid retrocesse

·1 minuto per la lettura

Gli ultimi decisivi 90 minuti della stagione in Spagna hanno sancito la vittoria del titolo da parte dell'Atletico Madrid del Cholo Simeone, l'undicesimo della sua storia. Dopo l'anticipo di venerdì e in attesa delle due gare di ieri, in campo a partite dalle 18 la 38esima e ultima giornata della Liga, con sette partite in scena, tutte fondamentali per stabilire la vittoria dell'Atletico e il pianto del Real Madrid, la qualificazione di Real Sociedad e Betis in Europa League e Villarreal in Conference League (se non vince l'Europa League mercoledì), oltre alla retrocessione di Valladolid e Huesca, che raggiungono l'Eibar in Segunda Division. I campi principali sono stati senza dubbio Valdebebas e l'​Estadio Municipal José Zorrilla di Valladolid: ​il Real Madrid vince 2-1 in rimonta con i gol di Pino, Benzema (23 nella Liga) e Modric, contro il Villarreal finalista di Europa League mercoledì a Danzica. L'Atletico allunga vincendo 2-1 in rimonta contro il Valladolid di Ronaldo, grazie alle reti di Plano, Correa e Suarez, a quota 21 nella Liga. Vince 1-0 all'ultimo la Real Sociedad sul campo dell'Osasuna, con Isak il Betis vince 3-2 sul campo del Celta Vigo, ormai prive di obiettivi, con i gol di Iago Aspas, Mendez, Borja Iglesias, Fekir e Ruiz, prima del rosso a Tello, Si salva l'Elche che vince 2-0 contro l'Athletic Bilbao grazie all'ex Torino Boye e a Guti, mentre capitola l'Huesca, 0-0 contro il Valencia Chiude il programma ​il Barcellona, che difende il secondo posto sul campo dell'Eibar già retrocesso, grazie alla vittoria marcata da Griezmann.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli