Aurelio De Laurentiis furioso, l'ultima minaccia: calendari a rischio?

·1 minuto per la lettura

Dopo un lunghissimo silenzio stampa il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis è tornato a parlare con una conferenza fiume in cui ha ripercorso l'ultimo campionato, la scelta di affidare la panchina azzurra a Luciano Spalletti e il bisogno di ridimensionare il monte ingaggi. Ma non è l'unica notizia, per il patron del Napoli ieri ha partecipato anche all'assemblea in Lega tra i venti club di Serie A dove gli animi sono stati accesissimi: in particolar modo il suo.

Aurelio De Laurentiis | Claudio Villa/Getty Images
Aurelio De Laurentiis | Claudio Villa/Getty Images

Motivo del contendere? La questione del ritorno del pubblico negli stadi, per cui dalla prossima stagione gli impianti saranno sì aperti, ma solo al 25% della capienza. Una decisione inaccettabile per i presidenti, alle prese con le casse vuote dopo un anno e mezzo di pandemia e ora intenzionati a rivolgersi con una nota congiunta al Governo dove verrà chiesto di riaprire gli stadi al 100% della capienza al pubblico vaccinato, altrimenti è pronta la serrata e il campionato non partirà.

Tra i più agguerriti, rivela Il Corriere dello Sport, c'era Aurelio De Laurentiis, insieme a Massimo Ferrero ed Enrico Preziosi: il "trio" ha minacciato di disertare la cerimonia della compilazione dei calendari di Serie A fissata per il 14 luglio prossimo (che verrà trasmessa in diretta su Dazn).

Segui 90min su Instagram.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli