Ausilio: "Aspettiamo Eriksen ma Calhanoglu era un'opportunità ghiotta. Stiamo parlando con il PSG di Hakimi"

Piero Ausilio, direttore sportivo dell'Inter, ha rilasciato un'intervista a Sky Sport in occasione della cena di gala per l'apertura ufficiale del mercato di ieri sera e ha affrontato vari argomenti.

Piero Ausilio | Nicolò Campo/Getty Images
Piero Ausilio | Nicolò Campo/Getty Images

HAKIMI - "Ne stiamo parlando con il PSG, c'è questa opportunità ma siamo ancora distanti dal poter parlare di una vera chiusura. Ci sono tante cose da mettere a posto, prendiamoci il nostro tempo e aspettiamo quando saremo tutti pronti per parlare di qualcosa di definitivo. Sarà l'unica cessione di un big. L’idea era quella di scarificare un giocatore tra quelli che il mercato può chiedere. E oggi Hakimi è quello più vicino ma non pensiamo di andare oltre. Ci sono da fare tante altre cose, più piccole magari, per arrivare a quegli obiettivi che la società ci ha dettato e che pensiamo di centrare ma il mercato è ancora lungo".

SOSTITUTO - "Hakimi è ancora un giocatore dell’Inter, quindi non parlo di sostituti di un giocatore ancora nostro. Finché non ci sarà qualcosa di definitivo, inutile parlare di eventuali sostituti, ci faremo trovare preparati se dovesse succedere questa cosa qui".

CALHANOGLU - "Tutto è avvenuto anche per una cosa particolare che purtroppo è capitata a Eriksen. Ma noi siamo una società che ha il dovere di farsi trovare pronta. Aspettiamo Christian, sappiamo che è un percorso lungo che dobbiamo affrontare insieme, noi siamo qui, gli stiamo vicini e daremo lui tutto il tempo che necessita per tornare a fare quello che tutti noi auspichiamo possa fare come sempre fatto. Poi siamo l’Inter, abbiamo il dovere di pensare al bene del club e il bene in quel caso era quella di sfruttare l’opportunità che il mercato ci aveva dato, ovvero quella di Calhanoglu libero".

RASPADORI - "Non è la serata giusta per parlarne. Posso dire che è un giocatore che tutta Italia apprezza, per le qualità e la serietà di questo ragazzo che conosco dai tempi del settore geiovanile. Oltre che apprezzarlo, credo che il Sassuolo se lo vorrà godere ancora un altro poco, Carnevali è uno tosto e non vende semplicemente e noi al momento non siamo nelle condizione di presentarci per Raspadori in maniera seria".

Segui 90min su Instagram e Twitch!

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli