Azionariato popolare per l'Inter, la replica di Sala: "Il club ha un problema più urgente"

"Nelle prossime settimane avremo qualche notizia da dare sull’idea di azionariato popolare nell’Inter. C’è un grande interesse per l’iniziativa, inizialmente dovremmo entrare in quota di minoranza poi si vedrà in base a quanti tifosi vorranno partecipare a questo progetto. Spero potremo iniziare presto la campagna per le adesioni". Con queste parole l'economista Carlo Cottarelli, presidente di Interspac, aveva suggerito la possibilità di acquistare delle quote di minoranza dell'Inter ed entrare a far parte del club nerazzurro in qualità di azionariato popolare.

Carlo Cottarelli | Francesco Prandoni/Getty Images
Carlo Cottarelli | Francesco Prandoni/Getty Images

Immediata la replica di Giuseppe Sala, sindaco di Milano, ai microfoni dell'Ansa: "Può andare in porto nella misura in cui è a sostegno di un progetto più grande, perché se si guarda i numeri, io credo che il fatturato di una squadra come l'Inter sia pari a 300 milioni. La proposta può funzionare ma probabilmente trasformare l'Inter in una società simile a quelle spagnole, richiederebbe molto tempo e l'Inter ha un problema più urgente. Io voglio bene ai miei colori, voglio bene all'Inter che è importante per la città, ma mi auguro soluzioni più rapide, dopodiché ben venga anche l'idea di Cottarelli".

Segui 90min su Telegram per rimanere aggiornato su tutte le ultime novità della Serie A.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli