Ballo-Touré: "Milan, sono in un grande club. Theo? Abbiamo la stessa velocità"

·1 minuto per la lettura

Giornata di presentazione ufficiale per Fodé Ballo-Touré, ultimo nuovo acquisto del Milan in ordine temporale, arrivato dai francesi del Monaco. Milannews.it ha riportato le parole in conferenza stampa del terzino senegalese classe 1997, designato come vice Theo Hernandez.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Perchè hai scelto il Milan?

"Sono molto contento di essere qui. All'inizio c'è stato un contatto tra Maldini e il mio agente, non ci credevo. Poi è iniziata la trattativa con il Monaco, ma ho iniziato a crederci solo quando sono arrivato a Milano".

Come sono stati i primi giorni a Milanello e l'incontro con Pioli?

"I primi giorni sono andati bene. Sono stato accolto bene, conoscevo già Leao, ma tutti mi hanno accolto bene. Anche la lingua piano piano imparo sempre di più. Pioli mi ha detto cosa si aspetta da me e che è sempre disponibile se ho bisogno di qualcosa".

L'anno scorso non hai segnato. Devi migliorare su questo aspetto?

"E' uno delle cose che devo migliorare. Devo fare meglio e segnare di più come fa Theo Hernandez".

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Cos'hai in comune con Theo?

"Ognuno ha il suo stile. Come lui sono molto veloce anch'io. Devo migliorare diversi aspetti, come ad esempio dal punto di vista realizzativo, ma ognuno ha le sue qualità e il suo stile".

Com'è ritrovare qui Maignan?

"Siamo molto contenti di ritrovarci. Abbiamo condiviso insieme alcune stagioni al PSG e al Lille. E' come un fratello per me, mi ha sempre dato tanti consigli e continuerò a farlo. Sono felice di giocare ancora con lui".

Al Milan ritrovi anche Tomori che hai affrontato nella finale di Youth Leauge di qualche anno fa...

"E' un grande piacere ritrovare anche lui. Non abbiamo ancora parlato di quella finale, ma sicuramente ne parleremo. E' un vero piacere ritrovarlo".

Quanto è stato importante la presenza di Maldini nella tua scelta?

"Sono molto contento che Maldini mi abbia portato al Milan e mi abbia dato la sua fiducia. E' un riferimento importante".

Ballo-Touré e Leao al lavoro a Milanello | Claudio Villa/Getty Images
Ballo-Touré e Leao al lavoro a Milanello | Claudio Villa/Getty Images

A chi ti ispiri?

"Non ho un giocatore a cui mi ispiro. Da piccolo amavo gli attaccanti, ma non mi ispiro a nessuno di particolare".

Il Milan di Pioli per te è il posto giusto per fare il definitivo salto di qualità?

"Pioli dà molta importanza ai terzini. Essere qui mi aiuterà molto a migliorare".

In cosa ti può aiutare a migliorare il campionato di Serie A?

"Dal punto di vista tecnico e tattico posso migliorare molto".

Come mai hai scelto il numero 5?

"Il 5 e il 3 sono i numeri che di solito vengono indossati dai terzini sinistri. Il 3 non era disponibile e quindi ho scelto il 5".

Quali sono le tue qualità principali e in cosa devi migliorare?

"Qui posso migliorare tanto sulla fase difensiva. Io sono un giocatore molto aggressivo e veloce".

Cosa non ha funzionato al Monaco?

"Il calcio è così, sono cose che succedono. Può capitare di avere alti e bassi. Ma ora sono al Milan e penso solo a fare bene qui".

Perchè volevi solo il Milan?

"Il Milan è un grande club, uno'opportunità del genere non potevo farmela sfuggire. Qui voglio migliorare, lavorerò tanto, poi deciderà il mister chi far giocare".

A gennaio ci sarà la Coppa d'Africa...

"Sarò contento di rappresentare la mia nazionale nella Coppa d'Africa. Se poi ci sarà da parlarne con il club, lo faremo senza problemi".

Il fatto che al Milan ci siano diversi giocatori francesi ti può aiutare?

"Sono felice che ci siano loro, mi possono certamente aiutare anche nella traduzione dall'italiano se non capisco qualcosa. Mi faranno certamente sentire a mio agio".

Quali sono le differenze tra il campionato italiano e quello francese?

"In Francia il calcio è più fisico e si gioca con più intensità, mentre in Italia è più tattico. Servirà grande concentrazione dall'inizio alla fine".

Segui 90min su Instagram.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli