Balotelli al Brescia: "Nessuna paura di fallire"

Adx/Int10
Askanews

Roma, 19 ago. (askanews) - "C'eravamo già incontrati con il presidente, è nata questa scelta dopo aver parlato anche con Mino. Non è stato così difficile scegliere il Brescia perché non ho più pensato ad altro. Può darmi tutto come io posso dare tutto al Brescia". Parola di Mario Balotelli, presentato nel pomeriggio dalla sua nuova squadra. "Quando l'ho detto a mia mamma, piangeva. Poi era contentissima. Paura, zero. L'obiettivo è quello di far crescere questa squadra, grazie al contributo che potrò dare alla squadra. Penso che abbiate più paura voi che io. Io sto bene, sereno". Sul futuro in Nazionale ha detto: "Mi sono sentito con Roberto Mancini per il mio compleanno. L'Europeo con la Nazionale è un obiettivo, assolutamente sì". Sul razzismo ha invece detto: "Mi auguro con tutto il cuore che non si ripetano fatti successi quando giocavo in Italia". Aggiunge Cellino: "L'ho preso perché mi piace a livello fisico e tecnico, non perché dovevo vendere degli abbonamenti in più. Il nostro fine è quello di giocare bene e non vorrei che Mario si sentisse troppo sotto pressione per una scelta del genere. In campo si va in 11, vincono e perdono le squadre e non il singolo". L'attaccante bresciano dovrà scontare una squalifica nelle prime quattro giornate di Serie A, ritornando in campo nella partita casalinga del Brescia contro la Juventus: un appuntamento certamente suggestivo per il suo nuovo esordio in Italia dopo tre anni d'assenza

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Potrebbe interessarti anche...