Balotelli all'attacco: "Non ho accusato tutto il Verona, solo i coglioni che ho sentito"

L'attaccante del Brescia specifica riguardo quanto accaduto: "Gli sfottò sono simpatici, ma non quelli razzisti. Dovrei tornare in Nazionale".
L'attaccante del Brescia specifica riguardo quanto accaduto: "Gli sfottò sono simpatici, ma non quelli razzisti. Dovrei tornare in Nazionale".

Ha generato un mare di indignazione a livello mondiale quanto accaduto domenica a Verona. Mario Balotelli vittima di ululati razzisti e condanna quasi unanime da parte del mondo del calcio. Dopo che Castellini, capo ultras dei gialloblù, ha difeso i suoi, Super Mario non ci sta.

Intervistato da Le Iene, Balotelli ha voluto specificare il suo pensiero sui tifosi del Verona, evidenziando però di non accettare minimamente gli sfottò razzisti. La sua reazione non è stata contro tutto il popolo gialloblù ovviamente, ma solo contro chi si è reso protagonista di cori beceri.

Balotelli ha spiegato:

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

"Quello che è successo non è bello ma non ho accusato il Verona, non ho accusato la Curva del Verona. Ho accusato pochi scemi che lo hanno fatto, e li ho sentiti. Ho accusato quei coglioni e basta. Di sicuro non erano due o tre, perché li ho sentiti dal campo".

L'attaccante al Brescia accetta i modus operandi dei fans, ma non in questo modo:

"Dico la verità, lo stadio del Verona e i tifosi del Verona mi stanno anche simpatici, con i loro sfottò. Ma se vuoi distrarre un giocatore, lo puoi fare in mille modi. Non così. Così non va bene. Così non ci siamo".

Generalizzare non serve, ma guai ad insabbiare tutto:

"I pochi che lo hanno fatto sono delle teste di cazzo, lo sfottò a sfondo razzista non ci sta, non c'è mai stato e mai ci starà. Sono pochi scemi, ma ci sono sempre" .

Dopo quanto accaduto a Verona, match nel quale ha riaperto la contesa con un grande goal, Balotelli vuole pensare solo al futuro, magari alla sua Italia:

"Non dico che sono diverso dagli altri giocatori a cui hanno fatto gli stessi cori e gli stessi ululati. Ma il problema è che io sono italiano, dovrei tornare in Nazionale".

 

Potrebbe interessarti anche...