Balotelli sul rinvio della Serie A: "Dovevano prima far recuperare la Juve"

Goal.com

Mario Balotelli attacca la Juventus. Lo fa in una diretta Instagram col Faina, personaggio noto agli appassionati di social per i suoi video sui temi caldi dai toni coloriti e decisi.

SuperMario, parlando dello stop del campionato causa emergenza Coronavirus, lancia la frecciata ai bianconeri.

"La Lazio è uno squadrone. E' seconda perchè dovevano far recuperare la Juventus, poi hanno fermato tutto".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Balo, poi, sul caos che avvolge la seconda metà di stagione alla luce della sosta forzata, espone la propria idea.

"Secondo me non dovrebbe vincere nessuno se si riprende, non retrocede nessuno, Le prime quattro in Champions ed Europa League. Io lo dico anche per il Brescia così non retrocede, per me comunque sarebbe giusto così e fai salire due squadre prime in Serie B. Son due giornate in più. Il primo è il Benevento? Lo farei salire".

"Finalissima Juve-Lazio? Puoi fare anche quello, ma non lo faranno perchè (gesto dei soldi). Dopo il 3 aprile riniziano a giocare? Non lo so, c'è questa emergenza e c'è ancora gente che cammina in strada. Che devono riprendere ad aprile? Spero anche io che riprendano, ma sarà difficile riprendano il 3 aprile".

Oltre al campionato italiano, il rebus riguarda anche le competizioni continentali.

"Dovrebbero fermare la Champions League. L'Europeo? Hanno fatto la genialata di farlo in tutta Europa, non mi sembra il caso. Spostarlo al 2021 sarebbe una buona idea".

Balotelli, inoltre, parla della positività al Covid-19 di Rugani e Gabbiadini.

"La Juve e l'Inter in quarantena dopo Rugani? E' giusto. Però anche noi abbiamo giocato contro di loro. Io avevo detto che non si doveva giocare, non ha senso. Chiudi tutto o non chiudi un cazzo. Lunedì ho visto i miei compagni l'ultima volta, avevamo il giorno dopo allenamento. Era meglio se stavo in Francia, guarda che sfiga ho portato... Gabbiadini positivo? Mi dispiace per Manolo".

Potrebbe interessarti anche...