Barcellona-Juventus 3-0: Messi è un marziano, Madama non può nulla

Il Barcellona ha la meglio sulla Juventus nel primo match della fase a gironi di Champions: 3-0 al 'Camp Nou', doppietta di Messi e rete di Rakitic.

La Juventus, dopo quella in Supercoppa, stecca la seconda grande partita di questo avvio stagionale. Vince il Barcellona, vince il solito Lionel Messi. Doppietta all'insegna della manifesta superiorità. Primi goal a Gigi Buffon. La Pulce non aveva mai segnato al portiere azzurro; tabù sfatato. Nel primo tempo una Vecchia Signora tonica e lucida. Nella ripresa, invece, puro crollo verticale. A pesare, indubitabilmente, le tante assenze. La vera chiave negativa bianconera, però, è stata la mancata reazione allo svantaggio. Insomma, lecito aspettarsi di meglio da una squadra abituata a lottare – slogan a lei caro – fino alla fine. Nel finale, debutto per il Primavera Caligara.

Idee chiare per Valverde, fresco di derby vinto contro l'Espanyol. In casa blaugrana passano i cicli, ma va sempre di moda il 4-3-3. Stegen tra i pali; Semedo, Piqué, Umtiti e Jordi Alba in difesa; Busquets faro della linea metodista spalleggiato da Rakitic e Iniesta; Messi, Dembele e Suarez in attacco. Chiamatelo, se volete, rischio. Allegri, all'insegna del puro coraggio, s'affida al Camp Nou agli ultimi arrivati. Stesso modulo proposto contro il Chievo Verona: 4-3-3. Ma con interpreti, tra infermeria e lo squalificato Cuadrado, diversi. In porta Buffon; De Sciglio, Barzagli, Benatia e Alex Sandro nel pacchetto arretrato; Pjanic in cabina di regia a centrocampo affiancato da Bentancur e Matuidi; Douglas Costa (a sinistra) e Dybala (sul lato destro) a supporto di Higuain.

De Sciglio, con un sinistro potente, spaventa in avvio – e non poco – l'estremo difensore tedesco. Barcellona a fare la partita, Juventus veloce nelle ripartenze. I bianconeri, munendosi di pazienza, provano ad intimorire il Camp Nou, ma è Buffon a negare la via della rete a Suarez. Osservato speciale Bentancur, schierato a sorpresa, per lui il primo giallo della gara. De Sciglio, a causa di un problema fisico, è costretto a lasciare il campo a Sturaro, quest'ultimo adattato a destra.

Pur senza accelerare, i catalani trovano il vantaggio grazie a Messi. Nella ripresa una palla invitante capita sui piedi di Dybala, che però spara alto. La Pulce, quando è in serata, è pressoché impossibile da marcare: sassata sul palo e, nell'occasione, Buffon fortunato. Il secondo goal del Barcellona è nell'aria: Messi ancora a costruire, Rakitic a definire piuttosto facilmente. Allegri prova a rivedere il piano gara gettando nella mischia Bernardeschi per Bentancur. E' continuo dominio blaugrana. Ancora Messi a rendere amara la serata bianconera, finale scontato.

I GOAL

45' MESSI 1-0 - La Pulce, di sinistro morbido, supera facilmente Buffon.

56' RAKITIC 2-0 - Sfruttando una respinta corta della retroguardia bianconera, il croato da due passi trova agevolmente il sussulto personale. Inutile, nel dettaglio, il salvataggio di Sturaro.

69' MESSI 3-0 - A campo aperto, segreto di Pulcinella, il campione sudamericano è dominante. Altro giro, altro mancino imparabile.

I MIGLIORI

BARCELLONA: MESSI

Il fuoriclasse argentino, dispensando lampi di classe qua e là, fa quello che vuole: due goal, un palo e, soprattutto, tante giocate spettacolari.

JUVENTUS: MATUIDI

Non eccellente in fase di costruzione, ma perlomeno ci mette cuore e testa. Non basta, ma questo è.

I PEGGIORI

BARCELLONA: DEMBÉLÉ

Il talento francese, preso per sostituire Neymar, appare ancora acerbo. I numeri, tuttavia, non mancano e verranno fuori.

JUVENTUS: HIGUAIN

Il Pipita, ancora una volta, non risponde “presente” ad un big match. Fischiatissimo.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità