Barcellona-Juventus, prima da avversario al 'Camp Nou' per Dani Alves

Mercoledì il Barcellona tenterà una nuova remuntada in Champions League, intanto Neymar si prepara con qualche giochetto dei suoi...

Ecco, finalmente, il vero Dani Alves. Molti tifosi della Juventus, dopo il netto successo contro il Barcellona, avranno scandito un commento simile. E, valutando la crescita tattica e atletica dell'esperto terzino brasiliano, le cose stanno proprio così.

I bianconeri, dopo una lunga attesa da associare anche al brutto infortunio di Genova, hanno capito di poter fare totale affidamento su colui che, a suon di prestazioni, nelle otto stagioni disputate a Barcellona ha contribuito decisamente a trionfare per ben tre volte in Champions League, ottenendo la carica di miglior terzino destro al mondo.

L'avvio sotto la Mole, nuovo calcio e differente stile di vita, non è stato dei più agevoli. Ma il 33enne di Juazeiro, con professionalità e abnegazione, è riuscito a conquistare la fiducia di Massimiliano Allegri, proponendo negli ultimi mesi prestazioni, per l'appunto, alla Dani Alves. Musica per le orecchie del tecnico toscano, il quale passando al 4-2-3-1 ha voluto dare maggiore qualità alle corsie esterne, riscontrando nell'ex calciatore, tra le altre società del Siviglia, una pedina importante.

Guai a cantare vittoria, a questi livelli il gioco viene dettato dai titoli, ma Dani Alves ha preso grande confidenza con i dettami allegriani, diventando a tutti gli effetti un punto di forza. Non una novità per un campione di tale calibro, abituato ad imporsi con doti tecniche e personalità, aspetti che hanno spinto l'a.d. della Juventus, Beppe Marotta, a trovare un'intesa con una pedina imprescindibile della Seleçao.

Nel calcio, alle volte, ci vuole pazienza. E Allegri, dal canto suo, in questo fondamentale non ha rivali.

In pieno buio, il condottiero livornese ha sempre espresso parole al miele nei confronti di Dani Alves, allontanando così il pericolo addio. I soldoni cinesi nella sessione invernale hanno provato a sedurre l'ex Barcellona, non trovando margine di dialogo con la Juventus. In corso Galileo Ferraris credono fermamente nelle capacità del brasiliano e, proprio per questo motivo, di cessione non se ne parla.

Il diretto interessato viaggia sulla stessa lunghezza d'onda, nessuna voglia di lasciare il calcio che conta, a maggior ragione con una Vecchia Signora ormai sullo stesso piano dei top club internazionali.

Scherzi del destino, Dani Alves sul suo cammino ha subito ritrovato i suoi ex compagni del Barcellona, racimolando un voto alto in pagella nel match d'andata. Nell'imminente sfida del Camp Nou, dopo aver onorato per otto stagioni la maglia blaugrana, il numero 23 della Vecchia Signora vivrà una serata particolare: brividi, ma pochi sentimenalismi. La storia in bianconero, infatti, passa dall'amarcord.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità