Barcellona ko, Luis Enrique rialza la testa: “Possiamo fare 4 reti a chiunque”

Luis Enrique riflette dopo Juventus-Barcellona: "La rimonta è difficile, ma se torniamo al nostro livello possiamo fare 4 goal a chiunque".

La Juventus batte con un netto 3-0 il Barcellona e manda un chiaro messaggio a tutto il calcio europeo in vista del ritorno al Camp Nou. Luis Enrique si mostra amareggiato dalla prestazione dei suoi al fischio finale.

Intervistato ai microfoni di 'Mediaset Premium', Luis Enrique fa mea culpa: "E' stato un primo round difficile, molto simile a quello di Parigi. Non sono riuscito ad aiutare la squadra. Ho provato a dare tutto me stesso ma non sono riuscito a trasmettere ciò che volevo alla squadra. Dobbiamo imparare e migliorare, rivedremo la gara per analizzarla. Contro un avversario come la Juventus può accadere questo".

L'ex allenatore della Roma non vede molte possibilità di passare il turno: "Per la seconda volta quest'anno cadiamo così all'andata, è difficile pensare ad un'altra remuntada, ma cercheremo di rialzarci. Neymar? E' brutto parlare dei singoli, la sconfitta è di tutti. Juventus più forte del PSG? Non lo so, si vedrà".

L'analisi del match è piuttosto chiara, Luis Enrique non trova alibi: "Abbiamo giocato un pessimo primo tempo. Nel secondo abbiamo alzato il nostro baricentro, ma abbiamo subito il terzo goal. In un periodo da incubo come questo, non abbiamo avuto quel tocco di fortuna per trovare il pareggio".

In conferenza stampa, il tecnico blaugrana si prende ogni responsabilità: "E' difficile da spiegare una serata così, ma sono responsabile al 101%. Il primo tempo ce l'ho qui in testa come un incubo. Abbiamo commesso gli errori di Parigi e questo è un grande problema. Non parlo di rimonta perchè sono troppo incazzato, ma se torniamo al nostro livello possiamo fare 4 reti a chiunque".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità