Barella è presente e futuro dell'Inter. Ma il rinnovo non arriva

·1 minuto per la lettura

L'addio improvviso di Antonio Conte e la riduzione dei costi ordinata dalla famiglia Zhang potrebbe sconvolgere alcune situazioni che si erano delineate nel corso delle ultime settimane. La cessione di Achraf Hakimi entro il 30 giugno (i contatti con il PSG proseguono, ma serviranno 80 milioni di euro) non risolverà tutti i problemi finanziari dell'Inter, che dovrà lavorare sui contratti di alcuni calciatori della rosa per alleggerire ulteriormente il bilancio.

Nicolò Barella, Adrien Rabiot | Soccrates Images/Getty Images
Nicolò Barella, Adrien Rabiot | Soccrates Images/Getty Images

Come riportato da calciomercato.com, il susseguirsi di eventi in casa Inter ha causato rallentamenti nella trattativa per il rinnovo di Nicolò Barella, eletto oggi miglior centrocampista della Serie A 2020/21. Un premio che rende onore alle prestazioni di un giovane talento italiano che è e sarà il perno della formazione campione d'Italia. Salvo clamorosi colpi di scena, l'operazione andrà a buon fine.

Ma i dirigenti Giuseppe Marotta e Piero Ausilio dovranno difendersi dagli assalti delle big europee e formalizzare la proposta definitiva, la stessa promessa al calciatore qualche tempo fa: fascia da capitano, prolungamento fino al 2024 e aumento dell'ingaggio oltre i 2,5 milioni di euro a stagione di adesso.

Segui 90min su Instagram.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli