Basket in lutto, muore campione 37enne

Alessio Allegri
Alessio Allegri

Lutto nel mondo del basket. Alessio Allegri, 37 anni, uno dei protagonisti della pallacanestro dilettantistica lombarda, è morto lunedì sera a Saronno (Varese) dopo il malore accusato in gara, domenica pomeriggio, palazzetto sportivo di Rho.

Allegri si è sentito male durante il primo tempo della partita di Serie C Silver tra Osl Garbagnate e La Torre di Torre Boldone (squadra della provincia di Bergamo). Il cestista ha cercato di richiamare l’attenzione dei compagni alzando un braccio, poi si è accasciato.

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Allegri, classe 1982, era uno dei giocatori più noti nelle minors lombarde. Era anche un istruttore e allenatore di basket. Per la sua potenza e prestanza fisica, ma anche per il suo carisma, era soprannominato da tutti Koeman, come lo storico e potentissimo difensore della nazionale olandese degli anni Novanta.

“Sono l’unico giocatore di basket con un soprannome di un calciatore”, aveva confessato in una recente intervista. Nelle ultime ore sembrava che il suo cuore avesse ripreso lentamente a battere, ma qualche ora dopo è arrivata la drammatica notizia della morte. “Per me era come un figlio - ha commentato al Corriere Enzo Marrapodi, presidente del Garbagnate - l’ho visto nascere. Immaginate il dolore che provo”.

GUARDA ANCHE - Il presepe vivente della Pallacanestro Biella


Potrebbe interessarti anche...