Battuta sulla dialisi, Sky difende Massimo Mauro: "Sensibilità indubbia"

Un'infelice battuta sulla dialisi aveva gettato Mauro nella bufera, ci pensa il direttore responsabile di Sky Sport, Ferri, a prenderne le difese.

"Un mio amico 80enne, interista sfegatato, mi ha detto che è meglio fare la dialisi che guardare le partite dell'Inter. E lui è sotto dialisi". Frasi infelici, proferite in diretta televisiva da Massimo Mauro, opinionista di Sky Sport, e che hanno provocato lo sdegno di migliaia di spettatori.

In seguito alla battutaccia, pronunciata durante l'ultima puntata della trasmissione 'Sky Calcio Club', Mauro è finito nel mirino dei social network, tra chi ha chiesto le scuse immediati da parte dell'ex calciatore e chi addirittura l'allontanamento dall'emittente. Un polverone che ha costretto il direttore responsabile di Sky Sport Federico Ferri a pubblicare un tweet di scuse, in cui viene comunque sottolineato lo spessore umano dello stesso Mauro.

"Credo che nessuno possa entrare nel rapporto personale tra Massimo Mauro e l'amico, in dialisi, che da tifoso interista gli ha inviato il messaggio letto in diretta nel corso del programma Sky Calcio Club. Nessuno, a mio parere, può nemmeno mettere in dubbio l'impegno e la sensibilità di Massimo nei confronti dei malati".

Ferri passa poi alle scuse: "Ma se anche soltanto una persona si fosse sentita toccata o offesa per quanto è stato detto l'altra sera, mi sento in dovere di scusarmi, in quanto direttore responsabile di Sky Sport, e di ribadire, come già fatto da Fabio Caressa in studio, che si tratta soltanto di pallone. E che le cose importanti sono altre, lo sappiamo".

Ferri ricorda pure che il contestato Mauro è il presidente dell'Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica nonchè "fondatore e promotore della Fondazione Vialli e Mauro per la ricerca contro la Sla e le malattie genetiche".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità