Belotti ricorda il Dybala degli esordi: "In Serie B non era incisivo"

Andrea Belotti si confessa a Sky, tra ricordi palermitani ("Dybala? L'ho conosciuto nell'anno della Serie B") e mercato: "La clausola non è un peso".

Andrea Belotti e Paulo Dybala stanno facendo le fortune rispettivamente di Torino e Juventus. Per loro un presente da stelle riconosciute in Serie A ed un passato, tutt'altro che lontano, di 'sofferenza' (sportiva, si intende) in serie cadetta, ai tempi del Palermo.

Nella stagione 2013-14, conclusa con la promozione in A, la compagine rosanero poteva vantare in organico entrambi gli attaccanti. Ospite ai microfoni di 'Sky' per lo speciale L'anno del Gallo, Belotti ha ricordato proprio la comune avventura in terra siciliana.

"Dybala? L'ho conosciuto nell'anno della Serie B a Palermo. Si vedeva che aveva delle qualità eccezionali, dei numeri che vedi fare a pochi giocatori. Però in Serie B non riusciva ad essere incisivo. Poi siamo arrivati in A e mi ricordo che appena è iniziato il ritiro sembrava un giocatore che si era completato. Aveva acquistato una sicurezza dei propri mezzi, una personalità che gli ha permesso di esprimersi come meglio poteva".

Sicurezza e personalità che ha acquisito in pieno anche Belotti, blindato da Cairo con una clausola rescissoria da 100 milioni: "Nel mondo di oggi ormai si parla di cifre esorbitanti. Questa cosa per me non è un peso, perchè seguendo il mercato si sente parlare di cifre veramente eccessive. Non mi sono mai soffermato troppo su questo, ho sempre pensato che il mio valore lo debba dimostrare sul campo".

Belotti non gioca in una big del campionato, ma non per questo gli manca l'ambizione: "Il Mondiale è un sogno per qualsiasi giocatore, così come la Champions. Sono le due cose che quasi tutti i calciatori sperano di poter vincere".

Il bomber granata è diventato una certezza anche in azzurro: "La prima sensazione che ho avuto, quando ho varcato Coverciano da giocatore della Nazionale maggiore, è stata proprio l'unione del gruppo. Anche dopo l'ultimo Europeo dove siamo usciti in malo modo, il gruppo non si è disunito, è rimasto ancora più compatto".

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità