Belotti via dal Torino: la verità sul Milan, il fattore Mourinho e quei 50 milioni...

·2 minuto per la lettura

Quella di sabato prossimo contro il Benevento sarà l'ultima recita con la maglia granata di Andrea Belotti. Dopo sei anni a lottare e correre per la salvezza, il Gallo ha il legittimo desiderio di alzare l'asticella. Vuole un'estate da protagonista indiscusso: prima con la maglia azzurra all'Europeo, poi sul mercato con il passaggio in una grande squadra. Il presidente Urbano Cairo attende il faccia a faccia con il proprio capitano ma ha già capito che verrà ribadita la volontà di non rinnovare il contratto in scadenza nel 2022.

ROMA IN POLE - L'arrivo sulla panchina della Roma di Josè Mourinho mette i giallorossi in pole nella griglia di partenza delle squadre interessate al Gallo Belotti. Lo Special One lo voleva già l'estate scorsa al Tottenham e culla sempre l'ambizione di essere l'allenatore della definitiva consacrazione dell'attaccante di Calcinate. Dodici mesi fa la Roma aveva proposto 50 milioni con la formula del prestito con diritto di riscatto, ma Urbano Cairo aveva eretto un muro invalicabile. Ora lo scenario è cambiato completamente, Tiago Pinto sa che può convincere il Torino con un'offerta da 30 milioni magari inserendo alcuni giovani che potrebbero fare al caso dei granata. Pronto un contratto da 3,5 milioni a stagione, il fattore Mou può risultare decisivo e portare nella Capitale il centravanti della nostra Nazionale. A partire dalla prossima settimana sono previsti i primi contatti per provare a intavolare una vera e propria trattativa.

Ascolta "Juve, Kean ha scelto: trattativa in fase avanzata, ecco l’incasso dell’Everton" su Spreaker.

LA VERITA' SUL MILAN - E il Milan? Resta sullo sfondo, Frederic Massara e Paolo Maldini sono due grandi estimatori dell'attaccante granata ma non hanno ancora avviato alcuna negoziazione con il Torino. Andrea Belotti resta un'opzione per il club rossonero ma non la principale per via dei costi importanti che richiederebbe un'eventuale operazione. Ecco perché dalle parti di via Aldo Rossi si sta valutando concretamente la possibilità di arrivare a Olivier Giroud, una pista che vi abbiamo raccontato nella giornata di ieri e sula quale piovono conferme.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli