Benevento-Genoa 1-0: Diabaté a segno, orgoglio sannita

Goal.com
L'ottavo goal in campionato di Diabaté permette al Benevento di battere il Genoa nell'ultima gara di Serie A al 'Vigorito'.

Benevento-Genoa 1-0: Diabaté a segno, orgoglio sannita

L'ottavo goal in campionato di Diabaté permette al Benevento di battere il Genoa nell'ultima gara di Serie A al 'Vigorito'.

Il Benevento ottiene l'ultima gioia davanti al proprio pubblico: al 'Vigorito' contro il Genoa finisce 1-0 una gara caratterizzata da diverse occasioni, con i due portieri decisamente impegnati. Ottava rete per Diabaté in appena dieci partite. Liguri già ampiamente salvi, campani che invece disputano l'ultima gara interna in Serie A prima della chiusura sul campo del Chievo.

De Zerbi si affida al tridente composto da Brignola, Diabaté e Parigini, infortunato e nemmeno convocato Guilherme. Puggioni confermato tra i pali dopo il ritorno a Ferrara. Ballardini lascia in panchina 'Pepito' Rossi: in campo la coppia Medeiros-Lapadula. Biraschi nei tre di difesa, Omeonga titolare sulla fascia sinistra.

Gli ospiti approcciano con un pressing alto che costringe gli avversari a commettere qualche errore di troppo in disimpegno, soprattutto nella zona nevralgica del campo. Le 'Streghe' prendono campo e consapevolezza col passare dei minuti ed hanno due ottime occasioni con Djimsiti e Letizia, entrambe non sfruttate. Rosi, già non al meglio, è costretto a lasciare il campo alla mezz'ora di gioco: al suo posto Spolli, con il conseguente spostamento di Biraschi che sale nella posizione di esterno destro abbandonando la retroguardia.

Il Genoa riacquista brillantezza ed imprevedibilità dopo l'ingresso in campo di Rossi, fermato da Puggioni con una super parata: portiere sannita impegnato in seguito anche da un altro neoentrato, il classe 2000 Salcedo. Dall'altra parte è Djimsiti a sfiorare il vantaggio con un colpo di testa deviato in corner da Lamanna, ma la palma di migliore in campo se la prende il collega del Benevento, superbo su Hiljemark e Omeonga in successione.

Rossi cerca il secondo goal consecutivo ma non arriva: il suo slalom tra i difensori campani termina con un tiro leggermente impreciso. Il finale regala una gioia immensa ai tifosi di casa, felici per il sigillo di Diabaté che continua a segnare come se niente fosse prima di prendersi una meritata standing ovation al momento dell'ingresso in campo di Sanogo, classe 2001.

I GOAL

87' DIABATÈ 1-0 - Straordinario coast to coast di Brignola che serve un liberissimo Diabaté, bravo a rimanere freddo per battere Lamanna con un preciso destro sotto al sette.

I MIGLIORI

BENEVENTO: PUGGIONI

Le parate su Rossi, Hiljemark e Omeonga sono da rivedere e rivedere. Se il Benevento conquista i tre punti, il merito è soprattutto suo.

GENOA: ROSSI

Il suo ingresso in campo offre maggiore brio alla manovra d'attacco del Genoa, fino a quel momento poco concreta. Puggioni e la sfortuna gli impediscono andare a segno.

I PEGGIORI

BENEVENTO: PARIGINI

Gioca un tempo, completamente anonimo: De Zerbi lo sostituisce all'intervallo con Coda, giustamente.

GENOA: BERTOLACCI

Parecchio nervoso, commette diversi falli e rischia di lasciare i suoi in inferiorità numerica sul risultato di 0-0.

Potrebbe interessarti anche...