Benitez ricorda il flop all'Inter: "Promesse non mantenute"

Appena promosso col Newcastle, Rafa Benitez parla delle sue avventure in A: "All'Inter non fu colpa mia, al Napoli si è iniziato un cambiamento".

Rafa Benitez attualmente allena il Newcastle, che meno di una settimana fa ha riportato matematicamente in Premier League, ma c'è anche tanta Italia nel suo cuore e nella sua mente. E non potrebbe essere altrimenti per uno che, nel nostro campionato, ha avuto due esperienze distinte.

Di Serie A Benitez parla in un'intervista al 'Corriere dello Sport'. A partire dalla monarchia assoluta instaurata da qualche anno a questa parte dalla Juventus: "Le distanze con Roma e Napoli sono ancora nette, favorite anche da un bilancio che aiuta a fare la differenza. Ma il gap si può colmare, però serve tempo e anche qualche idea: avere tanti soldi è un privilegio, ma saper programmare è un valore aggiunto che può avvicinare".

Della sua avventura all'Inter, Benitez dice che "è stata sprecata un’opportunità e mi sembra di averlo sottolineato varie volte. Quando arrivai, ricevetti promesse che non sono poi state mantenute". Un'avventura finita male, "ma non per colpa mia, che comunque ho contribuito ad aggiungere, nella bacheca, una Supercoppa Italiana e una Coppa Intercontinentale".


Quindi, i due anni di Napoli: "Si sono gettate le basi per un cambiamento che sta durando. Il livello dell’organico ha acquisito un sapore internazionale, era quello di cui si aveva bisogno", dice ancora Benitez, che giura di avere avuto con la città "un rapporto straordinario, ho provato a viverla e credo di esserci riuscito".

Si torna a parlare della Juventus, perché è proprio lì che sarebbe potuta iniziare l'avventura italiana di Benitez: "Lo ha detto lei", prova a sviare Rafa, ma è noto come l'approccio bianconero nel 2010 sia stato particolarmente concreto. Al suo posto sarebbe poi arrivato Gigi Del Neri. E lui avrebbe preso proprio la via di Milano.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità