Bernardeschi spiega: "Panchina? La Juventus è una delle prime tre al mondo"

Goal.com
Bernardeschi non è preoccupato dal poco spazio alla Juventus: "Grandissimo rapporto con Sarri ma c'è concorrenza. Avrò le mie occasioni".
Bernardeschi non è preoccupato dal poco spazio alla Juventus: "Grandissimo rapporto con Sarri ma c'è concorrenza. Avrò le mie occasioni".

In questo inizio di stagione ha trovato pochissimo spazio eppure Federico Bernardeschi , intervistato da 'Rai Sport' nel ritiro della Nazionale, non sembra preoccupato per il suo futuro alla Juventus .

Il fantasista ammette ovviamente di voler giocare di più, ma allo stesso tempo sottolinea come riuscirci non sia così facile.

"Lavoro sempre per farmi trovare pronto. Sappiamo che la Juventus ormai è diventata uno dei tre top club al mondo e quindi la concorrenza è tantissima . Ci sono campioni, ci sono giocatori forti quanto me quindi il mister decide a seconda da chi vede meglio durante la settimana. Questo ci sta, è normale, nelle grandi squadre succede sempre così e ci sono tanti giocatori forti che restano in panchina".

Scorri per continuare con i contenuti
Annuncio

Bernardeschi però nega di avere problemi con Sarri e si dice certo che arriverà anche la sua occasione.

" Ho un grandissimo rapporto con il mister e non è davvero di questo che di parla . Quando un allenatore fa delle scelte sono anche indipendenti dalla valutazione del singolo giocatore e riguarda più determinati aspetti.  La stagione è lunga. Avrò le mie opportunità e sarò pronto quando mi chiameranno , come ho sempre fatto. Ogni giocatore ha l'ambizione di giocare 60 partite e io sono uno tra quelli però c'è tanta concorrenza e il campo dirà la sua".

Concorrenza che ha costretto la Juventus a un paio di tagli molto dolorosi in Champions League dove, almeno nella fase a gironi, non potranno giocare giocatori del calibro di Emre Can e Mandzukic.

"Il mister era stato molto chiaro e lo aveva detto anche in conferenza che era il primo a dispiacersi, sono rimasti fuori dei giocatori che hanno vinto un sacco e giocatori che a livello internazionale giocherebbero in tutte le altre squadre al mondo. Dovremo essere bravi noi come squadra a non farli sentire esclusi dal contesto. Quando si deve raggiungere un obiettivo comune bisogna andare tutti nella stessa direzione".

Nelle prime due giornate di campionato Bernardeschi ha giocato solo gli ultimi otto minuti a Parma, mentre contro il Napoli è rimasto seduto in panchina per tutta la gara. 

Potrebbe interessarti anche...