Bernardo e Arthur Lima sono stati operati con successo grazie a 100 medici ed alla realtà virtuale

Bernardo ed Arthur Lima separati
Bernardo ed Arthur Lima separati

Sta facendo il giro del mondo e dei social la toccante vicenda dei gemelli siamesi di 3 anni che condividono il cervello e che sono stati separati in Brasile. Bernardo e Arthur Lima sono stati operati con successo grazie a 100 medici ed alla realtà virtuale e dopo la dovuta riabilitazione potranno sperare in un vita normale. Si tratta di un intervento da record ed è stato messo a punto dal un team di medici dell’Instituto Estadual do Cérebro Paulo Niemeyer a Rio de Janeiro.

Gemelli siamesi separati in Brasile

La direzione del protocollo è stata assunta dal capo della chirurgia pediatrica dell’istituto, il dottor Gabriel Mufarrej, assieme al chirurgo pediatrico Noor ul Owase Jeelani del Great Ormond Street Hospital di Londra. Dopo due anni e mezzo di cure, sette operazioni preliminari e circa 100 medici intervenuti alla fine è arrivato il successo. Ed è un successo arrivato anche grazie ad una simulazione in realtà virtuale basata sulle TAC effettuate ai due gemelli.

“Come se fossimo arrivati su Marte”

I cervelli di Arthur e Bernardo erano fusi e i dottori Mufarreji e Jeelani non hanno avuto tema di cadere in iperbole nel commentare il risultato di Rio de Janeiro: “Un risultato straordinario, è come se fossimo arrivati su Marte. Siamo lieti che l’intervento sia andato bene, cambierà la vita ai bambini e alla loro famiglia”. I media spiegano che l’intervento è stato finanziato dall’associazione di beneficenza Gemini Untwined.