Bianchi, il cestista sui social: "Volevo sparire in silenzio"

·1 minuto per la lettura
Sebastiano Bianchi (Twitter)
Sebastiano Bianchi (Twitter)

Sebastiano Bianchi è tornato a casa dopo essere scomparso per tre giorni facendo pensare al peggio. Il cestista, che è pronto a riprendere gli allenamenti con la sua squadra, il Legnano (Serie B), ha deciso di spiegare su Instagram il motivo che lo avrebbe portato a fuggire all'improvviso. 

Chiedo scusa per il mio gesto e tutte le conseguenze che ha causato, l’intento non era quello di spaventare o creare panico e preoccupazione", ha scritto il cestista in una storia Instagram. 

"Il mio scopo era l’opposto: da mesi ormai sono tornato a essere schiavo di pensieri negativi che credevo di aver lasciato alle spalle definitivamente, in un momento di profonda crisi non ho trovato via d’uscita se non quella di sparire, in silenzio, senza disturbare", ha scritto il 29enne di Verbania motivando il gesto che ha gettato nel panico un'intera comunità. 

LEGGI ANCHE: Nba, confessione choc del cestista: "Da bambino sono stato violentato"

"Non sopportavo più che altri intravedessero questo enorme disagio in me e ne fossero appesantiti o che subissero la mia sofferenza. Ma non si può scappare da se stessi", ha continuato il giovane che ha concluso il testo ringraziando le persone per l'affetto ricevuto.

"Ringrazio chiunque abbia dedicato un pensiero o un messaggio a me e soprattutto alla mia famiglia; ho realizzato che ci sono tante persone disponibili ad aiutarmi e sostenermi, nonostante il modo eccessivo di essere e di vivere, ho lasciato qualcosa di buono in voi come voi in me. Vi assicuro che ho sentito questo bene e ne sono sinceramente grato”, ha terminato il campione del Basket Knights Legnano

Il messaggio di Sebastiano Bianchi su Instagram
Il messaggio di Sebastiano Bianchi su Instagram

LEGGI ANCHE: Valentina Vignali, dallo sport alla moda: la cestista incanta i social

Dopo la sua scomparsa, i compagni di squadra avevano deciso di lanciare un'appello a Chi l’ha visto? esortando Sebastiano a tornare: “Siamo la tua seconda famiglia, il tuo posto nello spogliatoio è lì e noi vogliamo solo che torni lì“.

GUARDA ANCHE: Che talento per il basket ha Marcell Jacobs! Il campione olimpico non manca un colpo

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli