Bilancio 2019/2020: solo otto società di A in attivo. Debiti milionari per tutte le altre

Francesco Manno
·1 minuto per la lettura

Non è un periodo semplice per le squadre italiane. L'emergenza sanitaria provocata dal Coronavirus ha ulteriormente accentuato le difficoltà economiche dei nostri club. L'ultima sessione di calciomercato, quella invernale, è stata particolarmente povera. I soldi sono pochi. Si intravede solo una piccola luce. Gli introiti economici derivanti dalla cessione dei diritti TV e dal possibile ingresso dei fondi potrebbero dare nuovo ossigeno alle società italiane. Secondo quanto riporta l'edizione odierna de Il Secolo XIX, nello spazio riservato a calcio, solo in otto hanno chiuso in attivo il bilancio 2019/2020. Napoli (29 milioni), Atalanta (26,5), Genoa (10,2). Spezia (3,1), Sassuolo, Lazio, Udinese e Verona.

Tutte le altre società arrancano, sono in grande difficoltà. Il quadro economico è oltremodo preoccupante. Diverse big sono in pesante rosso. La Roma ha un passivo di 204 milioni, il Milan ha registrato perdite per 146 milioni, la Juventus di quasi 90. Non se la passa bene l'Inter, a -48. Male anche Fiorentina a -27 e Bologna a -21. Non navigano certamente nell'oro anche le altre squadre del campionato. Torino, Benevento e Sampdoria hanno delle perdite comprese tra i -14 e i -13 milioni.

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo della Serie A.