Boban: 'Sono in causa con Elliott, non col Milan. Tonali fenomenale, sbagliato rinunciare a Donnarumma' VIDEO

  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.
·1 minuto per la lettura
In questo articolo:
  • Ops!
    Si è verificato un errore.
    Riprova più tardi.

Zvonimir Boban intervistato da SportWeek, in edicola domani, parla del suo addio al Milan: "Sono in causa con Elliott, col Milan non potrò mai esserlo. La squadra attuale non è ancora al livello del vero Milan che avevamo in mente con Maldini, ma è già una squadra che può competere. Sulle scelte fatte dal club, il tempo mi ha dato ragione. La storia che sta vivendo la squadra è figlia del ritorno di Ibrahimovic, il suo impatto è stato devastante, da fenomeno. Anche Tonali è fenomenale".

DANIEL MALDINI - "Mi sono emozionato tanto anche io. Tutti avremmo esultato come Paolo. Nessuno come la famiglia Maldini rappresenta la storia del Milan. Meno male che Paolo è rimasto in società. È cresciuto tanto, ora è un dirigente di alto livello. È necessario, tra tanti amministratori, uomini di marketing, esperti di numeri e gente che non ama il calcio e capisce poco del Milan".

DONNARUMMA - "Non è stato giusto rinunciare a Donnarumma. Non è da Milan. Fatico ad accettarlo pur essendo Maignan un ottimo portiere. Se pensiamo al Milan come grande club, allora non può perdere il migliore al mondo nel suo ruolo. Gigio è un fenomeno che può entrare nella storia del calcio. Non riesco a giustificare la sua partenza".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli