Bologna, faccia a faccia tifosi-squadra: toni alti, tensione a mille e rissa sfiorata: la ricostruzione

30 minuti di fuoco. Nella giornata di ieri una quindicina di tifosi del Bologna si sono presentati nel centro sportivo di Casteldebole per un faccia a faccia con la squadra, il nuovo allenatore Thiago Motta e alcuni dirigenti. È l’ultima volta che veniamo qui bonariamente, avrebbero detto i tifosi secondo la ricostruzione del Corriere dello Sport. Motta non si è tirato indietro: “Cos’è, una minaccia?!”. Toni alti e tensione a mille, con l’allenatore che ha difeso la squadra accusata di non impegnarsi abbastanza in campo.

LA SCOSSA - Scontro fisico evitato per poco, grazie soprattutto all’intervento di alcuni presenti tra i quali De Silvestri e Arnautovic. Tra i più nervosi c’era Gary Medel, che ha frainteso alcune frasi ed è stato tenuto a forza dai compagni. Ora i tifosi si aspettano una svolta in campo, domani il Bologna affronterà la Sampdoria in casa e poi andrà a Napoli. Due partite nelle quali i tifosi rossoblù hanno chiesto un atteggiamento diverso rispetto a quello visto nelle ultime partite. La società ha provato a dare la scossa col cambio d’allenatore, Motta vuole invertire la rotta.